Giovedi, 15 Novembre, 2018

L'autopsia conferma: Chiara uccisa da uno shock anafilattico

Muore a 24 anni dopo la cena al ristorante Pisa, cena al ristorante e muore a 24 anni per choc anafilattico
Moreno Priola | 19 Luglio, 2018, 13:19

La ragazza di 24 anni morta domenica sera dopo una cena in un ristorante del Pisano è deceduta in seguito a uno choc anafilattico dovuto a una forte reazione allergica. Sulla salma sarà disposta anche l'autopsia.

Adesso sono in programma delle analisi chimico-alimentari, l'obiettivo è individuare l'allergene che ha ucciso la ragazza.

Chiara, assieme al fidanzato e a due amici, era andata a cena in un locale di Palaia (Pisa) e secondo quanto riferisce Il Tirreno, era allergica a latte e uova. In tema di allergie alimentari laria Puxeddu, allergologa e immunologa dell'Università di Pisa, conferma come la ricerca abbia ancora molta strada da fare. I carabinieri hanno già sequestrato il kit di farmaci salvavita e anche campioni del vomito provocato dalla reazione.

Sono gli alimenti che Chiara Ribechini non poteva ingerire, ma che, invece, potrebbe aver mangiato e che le sono stati fatali.

"In questo momento vogliamo solo che la morte di Chiara non sia stata vana e per questo rivolgiamo un appello a tutti affinché di queste forme allergiche si parli senza reticenze o paure di discriminazioni", hanno detto all'ANSA, tramite il loro legale Francesca Zuccoli, Michela Bargagna e Massimo Ribechini, i genitori di Chiara. A nulla sono serviti i farmaci antiallergici che aveva con sé e nemmeno l'intervento dei sanitari del 118 arrivati con un'automedica a La Rotta, in via di San Gervasio, dove i ragazzi si erano fermati non appena Chiara si è sentita male.

Altre Notizie