Mercoledì, 21 Novembre, 2018

Pensioni quota 100: si va a riposo prima, ma pensioni più basse

Tito Boeri e Paolo Savona Tito Boeri e Paolo Savona
Quartilla Lauricella | 11 Luglio, 2018, 16:50

L'obiettivo è di raccogliere nelle casse dello Stato un miliardo.

In base alle ultime notizie non è chiaro se vi saranno o meno dei vincoli per accedere alla pensione con la Quota 100: negli ultimi tempi si parla dell'ipotesi svantaggiosa che per accedere a questo strumento saranno necessari almeno 64 anni di età (con 36 di contributi).

Secondo il Quotidiano Nazionale l'esecutivo sarebbe dunque pronto a correre ai ripari.

Il vice premier fa sul serio e annuncia che "Questa settimana nella commissione Lavoro del Senato calendarizzeremo la proposta di legge sul taglio delle pensioni d'oro: chi prende una pensione sopra i 4-5 mila euro netti e non ha versato i contributi avrà un taglio dell'assegno in proporzione ai contributi versati". Queste al momento sono solamente indiscrezioni, dal governo non è arrivata nessuna conferma ufficiale.

Il vicepremier e Ministro dell'Interno Matteo Salvini ha criticato duramente, con un post su Facebook, quanto detto da Boeri incolpandolo di fare politica e di volere più immigrati per pagare le pensioni.

Come accennato la misura porterebbe nelle casse dello Stato circa un miliardo di euro.

L'obiettivo è il recupero di un miliardo di euro, per riuscire a finanziare l'aumento delle pensioni minime che il governo intende portare a 780 euro al mese.

Agenpress. A spiegare il motivo per cui la riforma quota 100 costringerà a pensioni più basse è stato ieri Boeri, Presidente Inps. Se l'età venisse fissata a 65 anni, la spesa scenderebbe a 15 miliardi di euro annui a Regime.

Altre Notizie