Domenica, 19 Agosto, 2018

Roma, Kluivert: "Contano i fatti. Voglio seguire le orme di mio padre"

Roma Monchi Il ds della Roma Monchi
Iona Trifiletti | 19 Luglio, 2018, 15:51

Non è stato facile prenderlo. E' stata una trattativa difficile perché un giocatore con questa prospettiva è voluto da tutti. "Mi piace tutto qui, il centro sportivo è attrezzatissimo, mi il cibo, la gente, c'è tutto per migliorare". La prima volta che ho avuto un appuntamento con Kluivert è stato importante fargli capire che il suo percorso nella Roma sarebbe stato ideale.

Kluivert sull'inizio in Italia. "Qui è tutto di primo ordine e si può migliorare", ha aggiunto Kluivert. "Infrastutture, persone, cibo, è tutto al top". "Non cambia. Lavoro tanto con WyScout, quando faccio le cose prima sono pensate".

"La scelta di lavorare qui a Trigoria è stata buona, mi piace l'atteggiamento dei giocatori". Ma stiamo lavorando senza fretta.

Qual è il tuo obiettivo principale per la stagione? . Sono giovane, è vero, e qui posso migliorare tanto. "Voglio far bene e con questo gruppo possiamo fare ottime cose in questa annata". E' vero che siamo in una trattativa molto avanzata ma ancora non è chiusa. "Se tutto va come deve, penso si chiuderà presto". Il lavoro del ds è anche quello di capire il momento buono a livello economico, è arrivata un'offerta fuori mercato molto importante, abbiamo valutato i pro e i contro e abbiamo scelto di sentire il Liverpool per trovare l'accordo.

Ma con quella cifra a disposizione, la Roma investirà anche in altre zone di campo. E' mancanza di ambizione? La Roma è una squadra ambiziosa, con ambizioni di crescita. Abbiamo venduto Nainggolan e Alisson, ma preso dieci giocatori. Continuiamo a lavorare per diventare una squadra grande. Per me è fare le cose con la testa.

Non credo che sia inferiore rispetto alla Liga o alla Premier, il calcio italiano è fatto di grandi club e grandi calciatori, l'ultimo esempio è l'arrivo di Ronaldo alla Juve, è positivo per il movimento italiano. C'è chi non può fare la rosa per decisione della Uefa. Io sono venuto per costruire una squadra forte per tanti anni e sono convinto al 100% che ci riuscirò. L'anno scorso parlavamo della stessa cosa con le cessioni di Rüdiger e Salah e la squadra è arrivata terza e ha fatto semifinale di Champions: "penso che sia bello parlare d'ambizione, ma con la testa". Bisogna parlarne così della Roma, non solo della vendita di Alisson e Nainggolan ma anche degli acquisti che sta facendo. Arrivato dall'Ajax, il talento olandese si prepara ad una nuova esperienza in Italia, dove l'obiettivo sarà quello di crescere e migliorare grazie ai consigli e agli insegnamenti di Eusebio Di Francesco, allenatore che con i giovani ha dimostrato di saperci fare eccome. "Lo scorso anno dopo l'uscita di Szczesny era finito il mondo, ci vuole tempo". "Aveva bisogno di tempo che per i tifosi sembra non esistere ma che serve a un club". "Olsen è una possibilità, ma non l'unica".

Altre Notizie