Venerdì, 20 Luglio, 2018

Russia 2018, il Mondiale diventa un Europeo

Lapresse Brasile, parla Tite: "Sono scosso per l'eliminazione. Sul futuro..."
Calogero Calderone | 07 Luglio, 2018, 15:22

Partiamo, innanzitutto, guardando l'albo d'oro. I transalpini sembrano avere la Coppa del Mondo in mano ma in Russia stiamo assistendo a una serie infinita di sorprese e può succedere davvero di tutto nella fase più calda della competizione: la semifinale contro il Belgio sarà più accesa che mai, i Red Devils non avranno più nulla da perdere e cercheranno una nuova impresa stellare per arrivare dove non sono mai riusciti in tutta la storia. Loro sono una squadra piena di talento, come noi. Vada come vada, infatti, in semifinale andranno comunque quattro squadre del Vecchio Continente: alle due già qualificate Francia e Belgio si aggiungeranno altre due squadre che usciranno dalle sfide Svezia-Inghilterra e Russia-Croazia. E se a livello di club il dominio spagnolo è ancora incontrastato e quanto mai attuale (basti pensare alla prossima finale di Supercoppa europea che sarà questione "madrilena" tra il Real e l'Atletico), a livello di Nazionale le certezze delle Furie Rosse hanno subito un colpo decisamente duro con critiche al tikitaka e al possesso iberico tali da decretare quasi, secondo alcuni, la fine di un ciclo o di una filosofia calcistica.

Non è la prima volta che si verifica una circostanza del genere. "Non ci sono dubbi -ha poi spiegato- le gerarchie sono completamente cambiate e non solo nel calcio".

Altre Notizie