Martedì, 16 Ottobre, 2018

Sammy Basso si laurea in scienze naturali all'università di Padova

Sammy soffre di invecchiamento precoce: si laurea con 110 e lode con una tesi sulla sua malattia Sammy Basso si laurea in scienze naturali all'università di Padova
Moreno Priola | 19 Luglio, 2018, 00:13

Sammy Basso, 23 anni è il simbolo italiano della ricerca contro la Progeria: una malattia genetica che causa l'invecchiamente precoce delle cellule. La progeria è una malattia genetica rarissima caratterizzata dalla comparsa di un invecchiamento precoce nei bambini che colpisce un bambino ogni 4-8 milioni di nati. "Oggi Sammy si è laureato in #Scienze Naturali all'università di Padova e noi gli facciamo i complimenti!" ha twittato l'ateneo patavino.

Una tappa decisiva nel progetto di vita di Sammy, il cui sogno è diventare ricercatore e studiare la sua stessa malattia. Da sempre, insieme alla famiglia è impegnato in molte iniziative per promuovere la ricerca sulla rara patologia, di cui egli stesso soffre dalla nascita, inoltre hanno fondato l'Associazione Italiana Progeria Sammy Basso Onlus. Il successo universitario di Sammy è stato possibile anche grazie ad una collaborazione attiva tra ufficio disabilità, personale tecnico e docente dell'Università di Padova. Attualmente in Italia ci sono 5 casi di progeria.

Non la vivo come una condanna, né tantomeno come una punizione divina, non cambierei una virgola della mia vita e so anche perché: "perché ho avuto la forza di prenderla per quella che è e renderla unica", aveva detto. Proprio per il virtuoso movimento sviluppatosi in questi anni, alla laurea sono state invitate come membri della commissione la prorettrice alla Didattica Daniela Mapelli e la delegata in Materia di Inclusione e Disabilità Laura Nota; era presente anche il co-tutor, prof. Oggi il conseguimento della laurea con una tesi sulla progeria, che lo studente vicentino - di Bassano del Grappa - ha portato a termine in Erasmus presso l'Instituto Universitario de Oncologia, all'Università di Oviedo, in Spagna.

La malattia si caratterizza per un invecchiamento precoce dei bambini (perdita dei capelli, grasso sottocutaneo, osteoporosi, rigidità delle articolazioni, pelle rugosa e chiazzata) accompagnato dallo sviluppo dell'aterosclerosi.

Altre Notizie