Giovedi, 15 Novembre, 2018

Atlantia, analisti: "Governo non revocherà concessione"

Ponte Morandi: Atlantia risponde al Governo, ma il titolo in Borsa non riesce a fare prezzo Spread e Borsa di Milano il 16 agosto 2018 dopo il crollo del ponte
Quartilla Lauricella | 17 Agosto, 2018, 09:01

Dopo essere arrivata a perdere anche il 25%, Atlantia - che non è ruscita a fare prezzo in apertura per eccesso di ribasso - ha contenuto le perdite, sempre consistenti: in due giorni il titolo ha bruciato 4,25 miliardi di capitalizzazione. Non solo: le obbligazioni di Atlantia con scadenza luglio 2027 sono scivolate del 4,01% a 92,8 mentre il bond da 700 milioni con scadenza settembre 2029 perdevano il 4,3% a 91,79. "Chi ha i titoli ha paura, ma consiglio per ora di stare fermi, di mantenere il sangue freddo".

Rating sotto osservazione - In serata arriva la nota di S&P.

"C'è anche un altro problema - fa notare Intropido - ed è il motivo per cui anche Astm e Sias, le concessionarie autostradali del gruppo Gavio, stanno perdendo quota".

Nel caso di revoca delle concessioni, ipotesi che in diversi report si tende ad escludere, si potrebbe aprire un balletto di ricorsi e controricorsi davanti alla giustizia amministrativa.

In relazione a quanto annunciato in merito all'avvio di una procedura finalizzata alla revoca della concessione nella titolarità della controllata Autostrade per l'Italia, deve osservare che tale annuncio è stato effettuato in carenza di qualsiasi previa contestazione specifica alla concessionaria ed in assenza di accertamenti circa le effettive cause dell'accaduto. La famiglia Benetton "farà tutto ciò che è in suo potere per favorire l'accertamento della verità e delle responsabilità dell'accaduto".

Si preannuncia una giornata da incubo in Borsa per Atlantia, la holding che controlla Autostrade per l'Italia, all'indomani dell'annuncio da parte del governo di volere revocare la concessione alla società che gestiva il tratto di autostrada interessata dal crollo di Ponte Morandi a Genova. Nello stesso comunicato, aggiunge anche un sintetico report degli investimenti fatti: "È certa della determinata volontà di collaborazione con le Istituzioni e le Autorità preposte da parte della società operativa Autostrade per l'Italia e della sua capogruppo Atlantia che negli ultimi 10 anni hanno investito oltre 10 miliardi di euro nell'ampliamento e ammodernamento della rete autostradale italiana". "Ma se la motivazione è giusta e 40 morti finora mi sembrano una buona motivazione, non credo che si dovranno pagare penali".

Altre Notizie