Mercoledì, 19 Dicembre, 2018

Facebook, Youtube e iTunes dichiarano guerra al 'complottismo' di estrema destra

Usa i social cancellano i post del complottista Alex Jones Alex Jones
Bortolo Musarra | 07 Agosto, 2018, 19:45

Apple ha rimosso da Apple Podcast le trasmissioni del conduttore radiofonico complottista Alex Jones citando le sue policy contro i "discorsi d'odio". Il social network di Mark Zuckerberg ha infatti annunciato di aver cancellato ben quattro pagine relative a Jones dopo una campagna di pressione durata settimane e decisioni simili assunte già da altre piattaforme tech. In precedenza, Apple aveva cancellato i podcast di Jones, così come aveva fatto Spotify.

Alex Jones è uno dei più famosi complottisti statunitensi e nei suoi programmi radiofonici ha sostenuto quasi tutte le più famose teorie del complotto circolate negli ultimi anni specialmente negli ambienti di destra. A giugno ha sostenuto a più riprese che i democratici americani stessero preparando una guerra civile, da fa scoppiare nel giorno dell'Indipendenza, il 4 luglio. "I podcast che violano queste linee guida vengono rimossi dai nostri archivi e non vengono più mostrati nella ricerca e non si possono scaricare o ascoltare in streaming". "Crediamo nella rappresentanza di un'ampia serie di punti di vista ma serve rispetto per chi ha opinioni diverse" aggiunge. La pagina InfoWars, tuttavia, rimane attiva e continua a pubblicare notizie false.

Altre Notizie