Lunedi, 10 Dicembre, 2018

Rai, Usigrai-Fnsi: se cda non nomina presidente espone azienda a rischi

Rai, Di Maio: 'Finché non c'è l'intesa non c'è un presidente' RAI, VIGILANZA A CDA: “INDICARE NUOVO PRESIDENTE”/ Ultime notizie: “Poteri Foa non dilatabili, ora no nomine”
Calogero Calderone | 09 Agosto, 2018, 17:56

"Il Cda prenda atto della situazione e sblocchi una situazione non più sostenibile". "Al contrario si e' in presenza di una nomina che non e' stata perfezionata in sede parlamentare con la prevista maggioranza, nonche' della circostanza che lo stesso consigliere, gia' individuato per la carica di presidente, si trovi a presiedere il Consiglio di amministrazione nella veste di consigliere piu' anziano".

Foa, per conto suo ha detto che aspetta indicazioni dall'azionista (cioè dal ministero dell'Economia e dunque dal governo) sul suo futuro nell'azienda pubblica.

Per le opposizioni, poiché esprimono 4 consiglieri su 7 dell'attuale CdA Rai ed hanno la maggioranza in commissione di Vigilanza, Lega e 5 Stelle devono garantire all'azienda la nomina di un presidente nel rispetto delle norme.

Ma i componenti M5S in Commissione Vigilanza Rai ribadiscono che "Marcello Foa e' un professionista serio che ricoprirebbe adeguatamente l'incarico di presidente della Rai".

Nella lettera inviata al Cda Rai, che l'Adnkronos è in grado di anticipare, il presidente della Vigilanza, Alberto Barachini, ricorda "l'urgenza" e "sollecita l'adozione della nuova delibera di nomina del presidente". Scelta che ha spinto Laganà e Borioni ad astenersi dal voto sugli altri temi all'ordine del giorno, ovvero il voto sugli highlights del calcio (acquisto del pacchetto di immagini salienti delle partite di Serie A) e sul rinnovo del contratto di Un Posto al Sole, fiction in onda dal 1996. "La legge dice che serve un'intesa tra i partiti per eleggere il numero uno e fino a quando questa non ci sarà, la fumata sarà nera". Questa rientra nelle competenze del consiglio di amministrazione e costituisce il presupposto indispensabile per superare l'anomalia della attuale situazione. "Nessuno può dire che Marcello Foa è una persona di partito - spiega a Radio24 - è un giornalista che si è distinto con la sua indipendenza".

La Commissione che presiedo potrà essere immediatamente convocata per procedere, anche durante l'aggiornamento dei lavori parlamentari, all'espressione del parere prescritto. Non escluso ricorso a Consulta' (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 07 ago - Nella missiva alle istituzioni Barachini segnala inoltre, citando anche pareri legali, interviene anche sui poteri e le funzioni del consigliere anziano, puntualizzando secondo lo stesso Statuto Rai sono "oggettivamente circoscritti e non dilatabili".

Altre Notizie