Lunedi, 17 Dicembre, 2018

Le zanzare sono spacciate, ricercatore italiano scopre come annientarle

Malaria, reazione a catena genetica annienta le zanzare portatrici Zanzare malaria, così una reazione a catena genetica potrà annientarle
Moreno Priola | 28 Settembre, 2018, 14:54

Andrea Crisanti, italiano e professore all'Imperial Collage di Londra, con il collega Tony Nolan, ha il modo di eliminare definitivamente le zanzare. Questa tecnica, chiamata "gene drive", ha permesso ai maschi delle zanzare anofele di passare il gene modificato dagli scienziati alle femmine, quelle che trasmettono la malaria, provocandone la sterilità.

Il successo è dovuto all'applicazione della tecnica di gene drive, una manipolazione genetica che consente di selezionare solo le specifiche mutazioni che si vuole che siano trasmesse a tutta o quasi la progenie, e al superamento dei fenomeni di resistenza che si erano manifestati in sperimentazioni precedenti.

La ricerca, pubblicata ieri su Nature Biotechnology, potrebbe essere applicata alla lotta di altre epidemie come zika, dengue e febbre gialla, candidandosi ad entrare nella storia delle scoperte scientifiche che hanno cambiato il mondo, come antibiotici e vaccini. I due studiosi, dopo accurate ricerche, hanno dato il via alla perimentazione sull'insetto inserendo in alcune zanzare femmine un gene che ne blocca la fertilità. Un gene capace di rendere sterili le femmine delle zanzare anofele, responsabili della trasmissione della malaria, è stato trasmesso da una generazione all'altra fino ad annientare l'intera popolazione. Durante l'esperimento è stata utilizzata la tecnica del 'gene drive' per diffondere il gene modificato nell'intera popolazione.

I test del gruppo di ricerca del Imperial sono stati effettuati sulla zanzara Anopheles gambiae, una delle più attive al mondo nella diffusione della malaria, anche se esistono circa 40 specie in grado di trasmettere la malattia e quindi gli studi da effettuare sono ancora molti. Secondo gli scienziati, tramite questa tecnica, le popolazioni di zanzare potrebbero essere portate all'estinzione entro undici generazioni. Attraverso questo procedimento le zanzare portatrici della malaria sono state rese sterili. "È un lavoro fondamentale", ha detto all'Ansa Crisanti, e "dimostra per la prima volta come, utilizzando una soluzione di genetica, sia possibile controllare specie dannose per l'uomo".

"Occorreranno almeno 5-10 anni perché si possa pensare a un test di gene drive su zanzare in natura, ma ora abbiamo una dimostrazione incoraggiante del fatto che siamo sulla strada giusta", ha concluso Crisanti.

La nuova arma diretta contro le zanzare della specie Anopheles gambiae è una sorta di reazione a catena genetica, che si trasmette di generazione in generazione, al punto che nei test in laboratorio una popolazione di zanzare della specie Anopheles gambiae è stata azzerata nell'arco di 7-11 generazioni. "C'è ancora molto lavoro da fare, in termini sia di sperimentazione della tecnologia su studi di laboratorio più ampi sia di verifica della fattibilità di interventi nelle nazioni più colpite dall'infezione".

Altre Notizie