Mercoledì, 19 Dicembre, 2018

L'Italia è quarta al mondo per efficienza della spesa sanitaria

L'immagine di un ospedale Efficienza della spesa sanitaria, Italia quarta al mondo
Evandro Fare | 24 Settembre, 2018, 13:17

A livello internazionale l'Italia sarebbe addirittura quarta in termini di efficienza della spesa sanitaria, un parametro che di fatto scaturisce rapportando i costi all'aspettativa di vita. Meglio di noi Hong Kong, Singapore e Spagna.

L'indice di efficienza sanitaria prende in considerazione gli Stati dove la popolazione ha una vita media di almeno 70 anni, un Pil pro-capite superiore a 5.000 dollari e una popolazione minima di 5 milioni.

Rispetto al 2014, l'Italia perde una posizione.

Luci e ombre per gli altri Paesi europei, con Norvegia, Irlanda e Grecia rispettivamente all'11°, 13 e 14° posto. Non solo: l'Italia ha guadagnato due posizioni rispetto all'anno passato. Gli Usa sono al cinquantaquattresimo posto e la misurazione, scrive Bloomberg, è stata basata sull'incidenza dell'Obamacare che ha ampliato l'accesso alle cure.

La Germania è solo al 45° posto (in calo di sei posizioni). Il paragone che viene fatto comprende la Repubblica Ceca.

La conferma arriva da Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe: "La classifica Bloomberg misura esclusivamente l'efficienza dei sistemi sanitari, mettendo in relazione l'aspettativa di vita con la spesa pro-capite, sovrastimando la qualità del nostro Ssn, sia perché la longevità dipende soprattutto da altre determinanti della salute, sia perché la riduzione della spesa sanitaria ci ha permesso di scalare la classifica". Anche l'Olanda non si distingue: 28esimo posto. La spesa del servizio sanitario nazionale cresce ogni anno dello 0,7% (bisogna tenere conto che l'età media della popolazione tende a crescere) mentre continua la diminuzione della spesa per il personale meno 6%.Nel complesso, la spesa per beni e servizi pari al 33,6% supera quella del personale che si ferma al 29,7%.

Altre Notizie