Mercoledì, 17 Ottobre, 2018

Manovra, Tria: ridurre tasse classe media

Il premier Giuseppe Conte e il ministro dell'Economia e delle Finanze Giovanni Tria Il premier Giuseppe Conte e il ministro dell'Economia e delle Finanze Giovanni Tria
Quartilla Lauricella | 20 Settembre, 2018, 14:23

Tria ha annunciato che il Governo deve "recuperare un 30% di investimenti pubblici venuti meno negli ultimi anni".

Il governo ha progetti che vanno "oltre la flat tax". "Siamo ad uno studio molto avanzato - ha spiegato - che ridurrà il carico fiscale sulla classe media mantenendo il budget gestibile".

E proprio il ministro dell'Economia in persona si pone come obiettivi prioritari, oltre a rispettare i vincoli di bilancio, quello intervenire sul carico fiscale della classe media, per ridurlo e sugli investimenti pubblici. Guardando alla prossima legge di bilancio, il numero uno di via XX Settembre, intervenuto al Bloomberg European Capital Markets Forum tenutosi oggi a Milano, rimarca che l'attuale livello del 2% "è troppo basso e bisogna andare almeno al 3% del PIL con gli investimenti pubblici che saranno quindi al centro della manovra".

Per il ministro "l'economia italiana sta continuando a crescere, ma ad un ritmo più lento" e "la nostra performance è inferiore a quella di altri paesi europei che pure a loro volta hanno rallentato il passo".

"Lo scopo del Governo - ha argomentato Tria - è ottenere una crescita più alta e sostenibile con riforme graduali" facendo leva "sugli investimenti pubblici e combattendo la povertà". "Le misure di cui ho parlato non cambieranno l'impegno del governo sulla riduzione del debito", ha concluso. E una chiave sta nella digitalizzazione e l'implementazione dell'agenda digitale.

Altre Notizie