Lunedi, 22 Ottobre, 2018

Morti sospette ospedale Massa, indagato primario

Massa, indagato il primariodi Medicina per 34 morti in corsia Ospedale di Massa, s'indaga su 34 morti sospette
Moreno Priola | 21 Settembre, 2018, 14:53

I consiglieri regionali toscani di Forza Italia Maurizio Marchetti e Marco Stella, insieme alla deputata toscana Deborah Bergamini e al presidente del Consiglio comunale di Massa Stefano Benedetti hanno chiesto al Consiglio regionale di istituire una commissione d'inchiesta su 33 morti sospette avvenute fra il dicembre 2017 e il gennaio 2018 al Noa, il nuovo Ospedale unico delle Apuane. A scoperchiare questo "vaso di Pandora" è stato l'esposto presentato dall'attuale presidente del consiglio comunale Stefano Benedetti. Le morti, registrate tra il 20 dicembre 2017 e il 10 gennaio 2018, sarebbero secondo l'esposto riconducibili a possibili infezioni contratte in reparto: i 33 pazienti, entrati in ospedale con patologie diverse, a parere di Benedetti sarebbero infatti morti per aver "contratto batteri intestinali all'interno della struttura".

L'iscrizione del primario nel registro degli indagati è stata definita "strumentale" e "di rito" per lo svolgimento di alcuni esami da parte della procura, che ha anche richiesto all'Asl le cartelle cliniche dei 33 pazienti deceduti. L'avviso di conferimento dell'incarico, peraltro, è stato notificato anche ai parenti dei 33 pazienti deceduti come parti offese.

Adesso all'ospedale di Noa è indagato il primario di medicina generale. Il primario è ora iscritto nel registro degli indagati della Procura di Massa, che sta indagando sull'accaduto.

Il procuratore di Massa Carrara Aldo Giubilaro ha dichiarato che: "Si è trattato di un atto formale, non potendo procedere contro ignoti, visto che il reparto in questione ha di fatto un responsabile". Non c'è ancora nulla di concreto.

In particolare la Procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo per il decesso di Fernarda Ballerini, la donna morta al Noa il 31 dicembre del 2017. Ora, con l'apertura delle indagini, confida "nel lavoro della magistratura che farà chiarezza e fugherà ogni dubbio sull'operato del medico", aggiungendo poi che nel reparto di medicina generale sono stati 37 i decessi dal 20 dicembre 2015 al 10 gennaio 2016 e 36 dal 20 dicembre 2016 al 10 gennaio 2017.

Altre Notizie