Lunedi, 15 Ottobre, 2018

Ponte Morandi, gaffe ministro Toninelli su "revoca concessioni" al barbiere

Genova, Toninelli: il ponte verrà ricostruito entro 2019 Toninelli di gaffe in gaffe, ancora ironia sul crollo del ponte: «Ho revocato la revoca al...
Quartilla Lauricella | 19 Settembre, 2018, 07:53

Dopo le critiche per la foto in cui il ministro sorride, negli studi di Porta a Porta, davanti ad un plastico del ponte Morandi di Genova, questa volta Toninelli è finito nel mirino per una foto postata sul suo profilo Instagram.

La società Autostrade afferma in una nota ufficiale di appoggiare l'iniziativa dei dipendenti che desiderano "devolvere il valore di una o più ore di lavoro" alle famiglie delle vittime.

Polemiche per un post del ministro per le infrastrutture Danilo Toninelli. Una sorta di colletta per i parenti delle vittime che ovviamente non poteva che suscitare un vespaio dopo che la stessa Aspi è accusata di aver mal manutenuto il ponte Morandi - e su questo la procura di Genova è solo all'inizio delle indagini sul ristabilire le giuste responsabilità della tragedia.

Insieme alla foto che lo ritrae insieme ai due figli e al suo parrucchiere, il ministro dei Trasporti ha pubblicato la frase: "Ho revocato la revoca della concessione al mio barbiere".

Choc sul web per la richiesta di Autostrade per l'Italia ai dipendenti.

Secondo quanto riportato, società Autostrade però sostiene di avere fatto da tramite: "Ci hanno semplicemente chiesto di diffondere la richiesta. Dispiace molto constatare come anche iniziative così nobili possano essere oggetto di strumentalizzazioni fondate su notizie false e tendenziose", conclude il comunicato. La società, da parte sua, "ha deciso semplicemente di sostenere e supportare" la raccolta, che "si realizza su base esclusivamente volontaria, attraverso la libera ed eventuale decisione di ogni lavoratore della società di devolvere il corrispettivo economico di una o più ore del proprio lavoro". Autostrade il 19 agosto scorso ha messo a disposizione del Comune di Genova un fondo da destinare ai familiari colpiti dalla tragedia e a chi perderà la casa per le demolizioni necessarie a ricostruire, annunciandolo in una conferenza stampa con il presidente Fabio Cerchiai e l'amministratore delegato Giovanni Castellucci.

Altre Notizie