Lunedi, 17 Dicembre, 2018

Ragnatela gigante ricopre la costa di Aitoliko in Grecia

Una ragnatela gigante di 300 metri sulla costa greca: sembra una scena de Lo Hobbit! L’incubo degli aracnofobici: una mostruosa ragnatela ha completamente coperto 300 metri di costa in Grecia
Evandro Fare | 23 Settembre, 2018, 17:38

La vegetazione di una spiaggia di Aitoliko, una località nella regione della Grecia Occidentale, è infatti stata completamente coperta da un'enorme ragnatela lunga complessivamente trecento metri.

I principali indiziati per l'invasione sono i ragni del genere Tetragnatha (famiglia Tetragnathidae), un gruppo di aracnidi che comprende oltre 300 specie caratterizzate da un corpo allungato.

Vivono in molte aeree del pianeta, dagli Stati Uniti all'Europa e di solito creano le loro trappole in prossimità di habitat acquatici.

Gigantesche ragnatele che hanno attirato l'attenzione degli abitanti della zona e non solo. "Si incontrano, si riproducono e mettono al mondo nuove generazioni", spiega la biologa molecolare Maria Chatzaki al Guardian.

"I ragni in questione hanno dimensioni molto ridotte, ma sono in grado di creare dei tessuti sui quali possono adagiarsi ad aspettare le loro prede - ha proseguito -". La loro popolazione è notevolmente aumentata negli ultimi mesi grazie alle alte temperature e alla presenza di zanzare, delle quali si nutrono: "I ragni stanno traendo vantaggio da queste condizioni".

I ragni dalle gigantesche ragnatele hanno dunque trovato il loro habitat ideale per poter proliferare, ma non c'è da preoccuparsi (almeno che non abbiate delle forti fobie): questi ragni hanno una vita breve e dunque nell'arco di poche settimane moriranno e con loro se ne andranno le ragnatele.

Fortunatamente non si tratta di ragni pericolosi e anche le ragnatele non sono dannose per l'ambiente.

Un fenomeno simile si ebbe a Dallas in Texas nel 2015, quando una simile ragnatela coprì un'area paragonabile ad un campo da calcio e anche in quel caso il fenomeno durò poche settimane e non successe nulla agli uomini e ad altri essere viventi.

Altre Notizie