Sabato, 20 Ottobre, 2018

Stati Uniti, un paraplegico riesce a camminare con un piccolo elettrodo

Incredibile Paraplegico riesce a camminare con un piccolo elettrodo Un uomo colpito da paralisi torna a camminare grazie alla stimolazione elettrica
Moreno Priola | 27 Settembre, 2018, 14:51

La speranza è che si sia aperta una frontiera per curare le disabilita: un uomo completamente paralizzato alle gambe è riuscito a camminare su un tapis roulant coprendo una distanza pari a un campo di football, con il solo sostegno di un deambulatore, attraverso l'impianto di un elettrodo nella colonna vertebrale.

CAUTELA E PRUDENZA. La ricerca pubblicata su Nature Medicine precisa comunque che non tutti i pazienti potrebbero avere benefici dall'applicazione di uno stimolatore. Come parte di questo studio iniziato nel 2016, tre anni dopo l'incidente, i chirurghi presso la Mayo Clinic di Rochester, in Minnesota, hanno istituito un impianto portatore di un elettrodo nello spazio epidurale al di sotto della zona lesa della sua sezione spinale. La tecnica che ha permesso al giovane di tornare a muoversi unisce la riabilitazione alla stimolazione elettrica. Il gruppo della Mayo clinic ha perciò installato degli specchi a livello delle ginocchia dell'uomo, che gli consentono di controllare la posizione delle gambe. "Riacquistare il controllo volontario delle proprie gambe".

In precedenti esperimenti, i volontari paraplegici erano stati in grado di muovere volontariamente fianchi, caviglie o dita dei piedi, ma non di camminare, sotto stimolazione elettrica.

I loro risultati sono il culmine di uno studio di 43 settimane in cui al soggetto è stato impiantato un dispositivo di stimolazione spinale elettrica, dopodiché è stato sottoposto ad un addestramento di riabilitazione multimodale specifico. Il risultato del suo impegno e di quello dell'equipe di medici che l'ha seguito, capitanati dal neurochirurgo Kendall Lee e dalla neurofisiologa Kristin Zhao, viene pubblicato oggi su Nature Medicine. "Lo studio dimostra che il sistema nervoso centrale può adattarsi dopo una lesione grave e che con interventi come la stimolazione epidurale, possiamo riprendere il controllo delle funzioni motorie", afferma il dott. Tuttavia, "bisogna sottolineare che, nonostante i successi ottenuti durante lo studio, il paziente continua a condurre la sua vita quotidiana su una sedia a rotelle", afferma.

Un paziente affetto da una paralisi [VIDEO]degli arti inferiori ha ripreso a deambulare in modo efficiente ed autonomo. Zhao. Questo lavoro rafforza, con altri esperimenti, l'idea che "le funzioni che pensavamo fossero definitivamente perse" potranno essere riavviate grazie alle nuove tecnologie.

Altre Notizie