Mercoledì, 21 Novembre, 2018

A Sassari una giornata per la prevenzione del tumore al seno

Breast Center della Asl Tumore del seno e recidive / I grassi nella dieta aumentano del 24% il rischio che il cancro si rimanifesti
Moreno Priola | 29 Ottobre, 2018, 13:36

Seguono il cancro del colon-retto (51.300, erano 53.000 nel 2017), che lo scorso anno era il più diagnosticato e del polmone (41.500, erano 41.800 nel 2017). È dunque dimostrato il ruolo degli stili di vita sani nella cosiddetta prevenzione terziaria, che mira a evitare il ritorno della malattia.

L'Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) dedica al carcinoma mammario un convegno nazionale che si svolgerà il 26 e 27 ottobre a Roma. Ma sono ancora troppo poche le donne in Italia che seguono uno stile di vita sano, anche dopo la malattia.

Troppi grassi nella dieta aumentano il rischio di recidive per il tumore al seno. Infatti, bastano 150 minuti di attività fisica a settimana (ad esempio camminata veloce o giardinaggio) per ridurre del 25% la mortalità per tumore della mammella nelle pazienti che hanno già ricevuto la diagnosi rispetto alle sedentarie. E ingrassare di 5 Kg può incrementare fino al 13% la mortalità per la neoplasia. "Importanti in questi casi le prospettive offerte dall'immunoterapia in combinazione con chemioterapia - conclude Gori -".

Altre Notizie