Giovedi, 15 Novembre, 2018

Allarme da Bankitalia: "Tensioni mercati rallentano la crescita economica"

Il governatore Visco Il governatore Visco
Quartilla Lauricella | 21 Ottobre, 2018, 18:39

"L'efficacia delle politiche di bilancio nel sostenere l'economia dipenderà anche dal mantenimento della fiducia dei risparmiatori e degli investitori nei confronti del percorso di risanamento delle finanze pubbliche". "L'attività - si legge - avrebbe segnato un incremento nei servizi, mentre sarebbe rimasta stazionaria nell'industria in senso stretto".

Vendite massicce di titoli di Stato italiani da parte degli investitori stranieri. Nei primi otto mesi del 2018 "gli investitori non residenti hanno ridotto le loro consistenze di titoli di portafoglio italiani di 42,8 miliardi: i disinvestimenti hanno riguardato soprattutto i titoli pubblici (24,9 miliardi) e le obbligazioni bancarie (12,4 miliardi)". In luglio e agosto gli investitori esteri hanno venduto titoli sovrani per 8,7 miliardi.

Secondo l'istituzione governata da Ignazio Visco, "i mercati finanziari italiani sono stati interessati da forti tensioni, connesse con l'incertezza degli investitori sull'orientamento delle politiche economiche e finanziarie (...) A metà ottobre le quotazioni delle aziende di credito, che erano cresciute significativamente nel 2017, risultavano in calo rispetto alla prima metà dell'anno; i premi sui Credit defaut swap dei principali istituti erano più elevati di 40 punti base rispetto alla fine di giugno (di circa 110 rispetto alla fine di marzo)".

Positivo invece il dato sull'occupazione, salita in misura marcata in primavera. Bene il mercato del lavoro, in costante miglioramento dai mesi primaverili, con il tasso di disoccupazione sceso al 9,7% ad agosto. Per palazzo Koch "la crescita dei salari contrattuali, che aveva mostrato segnali di ripresa dalla fine dell'anno precedente, si è rafforzata sia nel settore privato sia nel totale dell'economia e si è estesa alle retribuzioni di fatto".

Altre Notizie