Mercoledì, 12 Dicembre, 2018

Correio de Manha: "Il Real Madrid spinse perché Ronaldo pagasse la Mayorga"

Le prove sul presunto stupro di Cristiano Ronaldo Caso Ronaldo: "Un'altra donna accusa Cr7 di stupro"
Evandro Fare | 10 Ottobre, 2018, 20:58

Stando alla rivista teutonica, il campione della Juventus avrebbe ammesso l'esistenza di un amplesso con la giovane statunitense, definendo il rapporto "brusco, frettoloso e sbrigativo". Il portoghese avrebbe poi ammesso di essersi scusato con la presunta vittima. Il giornale The Sun, tuttavia, riporta una testimonianza che potrebbe scagionare Ronaldo dalla nuova accusa.

Nei documenti firmati nel gennaio 2010, a pochi mesi dal presunto stupro, la Mayorga si impegnava a tacere sull'accaduto dietro un compenso pari a 375mila dollari, accettando così di far cadere tutte le accuse. "Le vecchie fidanzate possono essere molto illuminanti sulla sua condotta. Andrò in Inghilterra, se serve".

Finito nella bufera per l'accusa di stupro da parte di Kathryn Mayorga, Cristiano Ronaldo è pronto a passare all'attacco.

Il fatto che si evince di più riguarda l'ambiguità di un mondo caratterizzato da scambi con persone che molti protagonisti gestiscono male o non controllano fino in fondo. Sono ancora le stesse di quelle raccolti nel 2009 e sono ancora sotto la nostra proprietà. E in mattinata Ronaldo aveva incassato l'appoggio della Yamamay, sponsor che nei giorni dello scandalo non ha interrotto la campagna con il portoghese in mutande, confermando fiducia al giocatore, testimonial dell'azienda: "Una vicenda inverosimile". Queste le sue parole: "La ragazza disse che Ronaldo era stato fantastico, che lei era stata bene". Secondo quanto riporta il sito del Mirror, il portavoca della polizia di Las Vegas ha dichiarato: "Non sappiamo ancora quando riusciremo a sentirlo (Cristiano Ronaldo, ndr), ma a questo punto abbiamo la necessità di farlo". E con una battuta aveva pure negato di avere fatto sesso a pagamento col calciatore Cristiano Ronaldo: "Se non l'ho fatto con lui che era bello, figuriamoci con Berlusconi".

Un danno di immagine che, al di là degli sviluppi dell'inchiesta, ha avuto ripercussioni anche sul titolo della Juventus a Piazza Affari.

Altre Notizie