Mercoledì, 12 Dicembre, 2018

Def, Savona: 'Scontro Italia Ue? Deciderà il popolo'

La linea dura italiana mi piace ma non l’egoismo e l’aggressivit Savona: «La Ue mantiene il pilota automatico anche se andiamo contro un iceberg»
Quartilla Lauricella | 10 Ottobre, 2018, 17:42

A dirlo è il ministro per gli Affari europei Paolo Savona parlando alla strampa estera.

Il programma di governo presentato, ha detto, "è da un punto di vista di logica economica molto preciso e, a mio avviso, moderato e necessario".

"Credo che nessuno abbia interesse a che l'Italia entri in una grave crisi".

Il ministro ha osservato: "Se i commissari europei reagiscono per un 2,4 senza aver letto ancora la nota al Def, vuol dire che c'è di mezzo la campagna elettorale delle Europee".

Allo stesso tempo, Savona ha sottolineato che "l'Unione europea tiene il pilota automatico in questa situazione, allora se rischia di andare contro un iceberg continua a tenere il pilota automatico?". "Siamo più spaventati dello scontro politico tra elite conservatrici che portano avanti politiche deflazioniste e le forze riformiste che vogliono che l'Europa faccia qualcosa per cambiare", ha aggiunto Savona. "Il mercato ha retto bene, è più saggio di quanto non sia lo scontro politico in corso", ha aggiunto Savona, rilevando che adesso i mercati aspetteranno il pronunciamento delle agenzie di rating.

Tuttavia, ha concluso: "Penso che alla fine troveremo un punto di incontro".

Savona è ottimista sulla crescita del Pil italiano ("Ritengo tecnicamente che noi possiamo arrivare al 2% di crescita nel 2019 invece che dell'1,5% e al 3% nel 2020") e sul fatto che l'esecutivo raggiungerà un accordo con la Commissione Ue.

Altre Notizie