Lunedi, 17 Dicembre, 2018

Il Comune di Montalto al villaggio della Coldiretti a Roma foto

Grazie alla Ue se siamo invasi dall'olio tunisino Grazie alla Ue se siamo invasi dall'olio tunisino
Quartilla Lauricella | 08 Ottobre, 2018, 19:56

In Italia sono scomparse dalla tavola tre varietà di frutta su quattro nell'ultimo secolo anche per effetto dei moderni sistemi della distribuzione commerciale che privilegiano le grandi quantità e la standardizzazione dell'offerta. Questi prodotti molisani sono stati inseriti all'interno dei "Sigilli" di Campagna Amica, ovvero una grande raccolta di prodotti, provenienti da tutta la Penisola, salvati dall'estinzione grazie al lavoro di generazioni riconosciuto e sostenuto da Campagna Amica.

"Si tratta della più grande opera di valorizzazione della biodiversità mai realizzata in Italia - sottolinea la Coldiretti - che può essere sostenuta direttamente dai cittadini nei mercati a chilometri zero degli agricoltori e nelle fattorie, una mappa del tesoro che per la prima volta è alla portata di tutti". In difficoltà sono stimate da Coldiretti 25mila aziende agricole e stalle censite nei 131 Comuni terremotati di Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo, dove "c'è una significativa presenza di allevamenti con oltre 100mila animali tra mucche, pecore e maiali, e un fiorente indotto agroindustriale con caseifici, salumifici e frantoi dai quali si ottengono specialità di pregio famose in tutto il mondo".

Crolla del 38% quest'anno la produzione di olio di oliva Made in Italy che scende a 265 milioni di chili, un valore vicino ai minimi storici: in particolare, la produzione in Abruzzo è crollata del 20 per cento.

Olio tunisino invade Italia
L'olio tunisino invade l'Italia

Tutelare la biodiversità agricola significa - ha precisato Moncalvo - creare filiere ecosostenibili, efficienti e competitive, come il caso del recupero dell'antico grano Senatore Cappelli, che nella campagna 2017-2018 ha quintuplicato le superfici coltivate, passando dai 1000 ettari del 2017 ai 5000 attuali, trainato dal crescente interesse per la pasta 100% italiana e di qualità. E' quanto emerge da un primo monitoraggio della Coldiretti sugli effetti degli ultimi nubifragi che hanno colpito il territorio nazionale dalla Calabria alla Puglia fino alla Sicilia, con vere e proprie bombe d'acqua e grandine.

"Occhio alle frodi, nei mercati di Camoagna Amica garantisce Aprol". Il 16% sono frutti, il 44% è costituito da ortaggi, legumi e cereali, il 30% da derivati di razze animali che sono rappresentate da 55 razze diverse presenti nei registri e nei libri delle razze, il 3% da miele e prodotti spontanei ad alto valore ecosistemico, e infine trasformati di olivi e vitigni per un 7%. Il volto noto di RaiUno Elisa Isoardi ha 'perso la testa' per il formaggio nelle canestre stagionato in grotta 2 anni, riferisce Coldiretti Puglia, e per l'olio extravergine di oliva in un orcio di ceramica di Grottaglie che le è stato donato, come simbolo della ricchezza agricola pugliese. I "Sigilli" di Campagna Amica sono stati raccontati in un apposito atlante grazie ai contributi di accademici e studiosi, una ricerca di carattere sociologico con la presentazione di ricette e storie di agricoltori custodi, per comprendere l'importanza della conservazione di un patrimonio unico al mondo.

Un andamento che conferma i cambiamenti climatici in atto che si manifestano - conclude la Coldiretti - con la più elevata frequenza di eventi estremi con sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi e intense e il rapido passaggio dal sole al maltempo e che dall'inizio dell'anno hanno causato danni per oltre mezzo miliardo di euro all'agricoltura italiana.

Altre Notizie