Domenica, 18 Novembre, 2018

Italia, Mancini: i drammi e le gare da vincere

Mancini L'Italia di Mancini non tira nemmeno in tv: ascolti più bassi dell'era Ventura
Calogero Calderone | 15 Ottobre, 2018, 06:11

Nel dettaglio, la nazionale nelle prime sei gare della gestione Mancini ha avuto 38,3 milioni di telespettatori complessivi.

Si è visto con la Spagna cosa vuole dire essere la seconda forza del girone, anche se in questo caso non è a rischio la qualificazione a Euro 2020, a meno di arrivare addirittura terzi. "Non cambierebbero i nostri programmi". Però non ci si può neanche abituare alla mediocrità dei risultati. "Quando abbiamo iniziato il nostro obiettivo era quello di ricostruire e fare una bella figura in Nations League - aggiunge -, ma non c'è un altro obiettivo". Io sono contento se Immobile farà ancora tanti altri goal nella Lazio e nella Nazionale.

Per il gioiello rossoblù tutti e 90 minuti più recupero in campo, durante i quali ha saputo nuovamente mostrare la sua grinta (anche se con qualche fallo di troppo) e il suo talento, dando una gran mano sia in difesa che nella costruzione della manovra. Il resto si vedrà più avanti.

E' una fase difficile quella che sta attraversando la Nazionale. Magari basta poco, uno scatto, una vittoria, un lampo per voltare pagina, ma nel frattempo abbiamo collezionato in amichevole un successo di misura contro l'Arabia Saudita, la scoppola con la Francia e il pareggio con l'Olanda.

La vittoria, sofferta ma meritatisssima, dell'Italia sulla Polonia, regala agli azzurri anche un'ultima chance di qualificarsi alla final four della Nations League, eliminando clamorosamente un Portogallo che sembrava già, praticamente, qualificato. Però dopo l'addio del tecnico, ormai divenuto bersaglio mobile, e dell'inviso presidente Tavecchio, si pensava che il nuovo corso targato Mancini desse segni di rinascita.

Altre Notizie