Domenica, 18 Novembre, 2018

Lodi, stop raccolta fondi per immigrati

ANSA
					Salvini appoggia il Comune di Lodi provvedimento anti-furbetti ANSA Salvini appoggia il Comune di Lodi provvedimento anti-furbetti
Evandro Fare | 14 Ottobre, 2018, 23:39

Molti stranieri, a causa della difficoltà di ottenere questa dichiarazione, rinunciano alle agevolazioni e molti di loro non riescono a pagare la tariffa dello scaglione più alto.

"I bambini non si toccano!" Questo, come ben sapete, e come sicuramente volete evitare, rischia di ripercuotersi sui servizi resi ai bambini che come Sindaci abbiamo il dovere di tutelare nel loro percorso di formazione. Una protesta che però non è piaciuta alla sindaca che ha definito "una protesta grave" la decisione dei genitori che hanno così contravvenuto all'obbligo scolastico.

Sul Cittadino, il quotidiano locale, il vescovo Maurizio Malvestiti ha ricordato che "la scuola deve accogliere tutti, con pari diritti e doveri".

Sulla vicenda si è espresso da Ala, in Trentino, anche il ministro dell'Interno: "Non devono esserci furbetti: tutti devono pagare, tutti devono essere trattati alla stessa maniera". Ma a Lodi è stata organizzata un'altra iniziativa in risposta al regolamento: è la raccolta fondi online per garantire la mensa scolastica ai bambini stranieri esclusi.

Lodi, bambini stranieri esclusi dalla mensa: niente scuolabus e pranzo con i compagni italiani. "È un allarme che non ha senso, figlio dell'assenza di leggi che regolino i flussi con normalità", flussi di migranti che "ci sono e ci saranno sempre", ha detto la leader della Cgil, Susanna Camusso. Tutti coloro che frequentano le scuole a Samassi godono dei medesimi servizi e gli "italiani" sono i primi a chiederci di lavorare in questa direzione perché ogni euro investito in integrazione sociale (la mensa scolastica è la regina delle integrazioni) è un euro che risparmiamo in servizi assistenziali, oltreché un euro investito in educazione civica dei futuri cittadini italiani. Così su Facebook Matteo Orfini, presidente del Pd. "Gli articoli 3 e 10 della Costituzione sono l'Italia", scrive su Twitter l'ex presidente del Consiglio, Enrico Letta, con l'hashtag #PrimalaCostituzione.

Anche Luigi Di Maio interviene sul caso di Lodi, dove i bambini di genitori stranieri sono stati di fatto estromessi dalla mensa scolastica e dallo scuolabus a causa della modifica del regolamento sulle agevolazioni effettuata dalla sindaca leghista Sara Casanova. Ancora più duri alcuni amministratori comunali del Pd. "Su 100 persone che mi fermano - riflette adesso il direttore - 90 mi dicono che il Comune ha fatto bene a disporre i nuovi controlli; ma se osservo che il complicato regolamento obbliga i bambini a mangiare in aule separate, mi rispondono che "no, questo non è giusto". E per il segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, "in questo Paese qualcuno vuole ricordare l'80/o anniversario delle Leggi Razziali inventandosene di simili". Gli aspetti di natura amministrativa (carte, bolli, documenti e certificati) sono ridotti al minimo a fronte di una quasi assente evasione contributiva da parte delle famiglie, anche tra le più indigenti. Per verificare che non ci fossero delle eccezioni alla regola, in una mensa scolastica è stata collocata addirittura una guardiana, chiamata a controllare che i bambini siano tutti in possesso dell'autorizzazione a consumare il pasto.

Altre Notizie