Lunedi, 15 Ottobre, 2018

Microsoft sblocca update di Windows 10

Microsoft: via libera all’aggiornamento di Windows 10, ma per ora solo agli Insider Stop all’aggiornamento di Windows di ottobre: un bug fa sparire file degli utenti
Bortolo Musarra | 11 Ottobre, 2018, 16:40

Nella giornata di ieri attraverso un breve bollettino pubblicato sulla pagina di supporto, Microsoft ha affermato che il problema era provocato da "un calcolo errato della temporizzazione che provoca la cancellazione prematura dei profili utente sui dispositivi soggetto al criterio di gruppo", che elimina i profili utenti più vecchi di un determinato numero di giorni.

Le versioni affette dal problema sembrano essere Windows 10 versione 1809, Windows Server versione 1809, Windows 10 IoT Core versione 1809, Windows 10 Enterprise LTSC 2019, Windows 10 IoT Enterprise LTSC 2019 e Windows Server 2019.

Oltre a ciò, l'Aggiornamento Cumulativo di ottobre 2018 porta le patch di sicurezza per Windows Kernel, Microsoft Graphics Component, Microsoft Scripting Engine, Internet Explorer, Windows Storage and Filesystems, Windows Linux, Windows Wireless Networking, Windows MSXML, the Microsoft JET Database Engine, Windows Peripherals, Microsoft Edge e Windows Media Player.

A meno di una settimana dalla pubblicazione delle prime notizie relative al bug del Windows 10 October Update che provocava la cancellazione dei file, Microsoft ha annunciato di aver risolto il problema e che la nuova versione dell'update è in fase di test con gli iscritti al programma Insider. Sottolineiamo però che il fix rilasciato su Windows Update corregge il problema, ma non ripristina i file per chi li ha persi con l'installazione dell'October 2018 Update. Per evitare il ripetersi dei problemi, Microsoft ha anche deciso di rendere disponibile la nuova release di Windows 10, comprensiva degli opportuni correttivi, inizialmente solo per gli utenti Windows Insider.

Nel post la compagnia ha speso un po' di parole per spiegare quanto avvenuto, e le motivazioni circa la cancellazione imprevista dei file degli utenti: la perdita dei contenuti è avvenuta, secondo Microsoft, per chi aveva in precedenza attivato la "Known Folder Redirection (KFR)" e i file erano rimasti nella cartella originale, e non ri-direzionati in un nuovo percorso. Alcuni utenti hanno fatto presente di aver perso l'intero profilo dopo l'installazione di Windows 10 Aggiornamento di ottobre 2018: sul punto Microsoft non si è ancora espresso. Le tempistiche, al momento, non sono state specificate.

Altre Notizie