Mercoledì, 21 Novembre, 2018

Napoli: dottoressa muore di tubercolosi, aperta indagine

Allerta tubercolosi all'ospedale San Paolo, muore dottoressa. Un altro è positivo Allarme tubercolosi, un morto a Napoli / Ultime notizie: dottoressa perde la vita, collega positivo ai test
Moreno Priola | 23 Ottobre, 2018, 13:24

Il contagio avviene per via aerea, dunque mediante starnuti, tosse o col semplice parlare.

Napoli - Dopo un anno di agonia, è mora oggi al "San Paolo" di Napoli la dottoressa malata di turbecolosi. La dottoressa è deceduta al Cotugno, l'ospedale specializzato nella cura delle malattie infettive.

In particolare, un altro medico dell'ospedale di Fuorigrotta è risultato positivo al test per la tubercolosi. Mario Forlenza ha precisato che si tratta di una forma meno pericolosa, dal punto di vista del contagio, rispetto alla tubercolosi polmonare.

"Come Asl stiamo facendo tutto il necessario per verificare che non ci siano ulteriori casi ed anche per capire come un fatto così tragico possa essere accaduto", ha dichiarato il direttore generale della Asl di Napoli come riferito dall'ANSA. Il Consigliere regionale dei Verdi e componente della Commissione Sanitaria si è confrontato con Vittorio Rago, direttore sanitario dell'ospedale San Paolo di Napoli. Sembra dalle prime notizie che il medico fosse ammalato da circa un anno di altra patologia e che solo alla fine agosto si è manifestata una forma di tubercolosi addominale.

La struttura di prevenzione è entrata subito in azione e ha fatto scattare subito le misure necessarie. Ha poi aggiunto che stando a quanto gli è stato riferito la positività dell'altro medico nemmeno preoccupa perché questo parametro non vuol dire per forza aver contratto la malattia con il corpo in grado di sviluppare anticorpi per combatterla.

Sono state avviate le procedure del caso per escludere ogni rischio di contagio per chi avesse avuto contatti per le persone affette.

Altre Notizie