Mercoledì, 12 Dicembre, 2018

Papa Francesco contro l'aborto: "È come affittare un sicario"

Calvarese Calvarese
Evandro Fare | 11 Ottobre, 2018, 11:07

"Nascono dalla paura. L'accoglienza dell'altro è una sfida all'individualismo".

Roma. "Un approccio contraddittorio consente anche la soppressione della vita umana nel grembo materno in nome della salvaguardia di altri diritti". Il Pontefice ha quindi continuato: "Pensiamo, ad esempio, a quando si scopre che una vita nascente è portatrice di disabilità, anche grave".

Per papa Francesco questo periodo è decisamente duro da affrontare, il Santo Padre si trova a dover trovare un modo per convincere i fedeli a tornare a Messa (sempre più evidente la crisi della Chiesa) e nel contempo ha dovuto fronteggiare diversi scandali in tutto il mondo, legati agli abusi sessuali dii prelati ai danni di minori e seminaristi.

Di tutta risposta il ginecologo Viale stamane ha scritto sulla sua pagina facebook un post replicando al pontefice: "Tutti coloro, comprese le ministre, che fanno diagnosi pre-natale, lo fanno per sapere se dovranno abortire".

Il tema della vita e della mancanza di umanità nel "far fuori" un problema come un nascituro è stato al centro dell'Udienza Generale: si è partito dalla discussione dedicata al quinto dei 10 Comandamenti, "non uccidere" e si è affrontato il nodo centralissimo di "Dio amante della vita". In questa direzione sicuramente procede il lavoro per l'ormai giunto sinodo dei giovani, proprio le nuove generazioni sono detentrici del futuro dell'umanità e di conseguenza del ruolo della Chiesa al suo interno. Francesco parla dell'aborto, dice che "non si può, non è giusto fare fuori" un essere umano, benché piccolo, per risolvere un problema. I figli che si accolgono come vengono, come Dio li manda, come Dio permette - anche se a volte sono malati. L'amore con cui Dio ama la vita: questa è la misura. Vale la pena di accogliere ogni vita perché ogni uomo vale il sangue di Cristo stesso. "E questo porta al disprezzo, allo scarto, a uccidere". A tanti giovani va detto: non disprezzare la tua esistenza!

Il Papa ha proseguito: "Che cosa conduce l'uomo a rifiutare la vita?" Tu sei un'opera di Dio! È quello di Papa Francesco che non usa mezzi termini per ribadire la posizione della Chiesa. Ai fedeli italiani, infine, il Papa ha ricordato che "il mese di ottobre è dedicato alle missioni e alla preghiera del Santo Rosario".

Altre Notizie