Mercoledì, 12 Dicembre, 2018

Preoccupa il costante aumento dei giovani miopi

Preoccupa il costante aumento dei giovani miopi Giovani sempre più miopi. 6 consigli per preservare la vista dei bambini
Moreno Priola | 10 Ottobre, 2018, 17:37

Nella sola Italia sono stati documentati 15 milioni di casi (su un totale di circa 68 milioni di persone) e probabilmente tale numero è destinato ad aumentare. La risposta più accettata dalla comunità scientifica è dovuta ai tempi sempre più lunghi di esposizioni a schermi di smartphone, tablet e computer.

La soluzione più ovvia e anche quella più raccomandata è di diminuire il tempo di esposizione dei più piccoli agli smartphone e ai dispositivi elettronici, sostituendo quelle attività con il giocare all'aria aperta.

Lo spiegano gli esperti che, in occasione della Giornata Mondiale della Vista in programma il prossimo 11 ottobre, vogliono riaffermare l'importanza di un bene prezioso ma spesso dato per scontato come quello della vista.

Nel mondo, secondo i dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, i disabili visivi sono 253 milioni (217 milioni gli ipovedenti e 36 milioni i ciechi) ed entro il 2050, secondo uno studio australiano pubblicato su ' Ophthalmology', metà della popolazione potrebbe essere affetta da miopia. Al momento, l'incidenza maggiore della patologia riguarda soprattutto le giovani donne, secondo quanto dichiarato da Grazia Pertile, direttrice dell'Unità Operativa di Oculistica dell'Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negar (Verona). Aumenta al 18% circa a 15 anni e raggiunge il 24% in età adulta. Non è però solo la miopia che i genitori dovrebbero temere: altri traumi frequenti sono le contusioni provocate da palline da tennis o palle di neve, che possono provocare distorsione della retina o foro maculare. Colpa delle troppe ore passate al chiuso e di fronte allo schermo del cellulare o al monitor del pc.

Vediamo nel dettaglio alcuni consigli degli esperti per far fronte al problema della miopia non ereditaria e quali accorgimenti utilizzare.

In occasione della Giornata dell'11 ottobre, l'Agenzia internazionale per la prevenzione della Cecità-IAPB Italia onlus, in collaborazione con la Società Oftalmologica Italiana (Soi), offrirà 15mila visite gratuite per chi non ha mai fatto. In molte città italiane, nel mese di ottobre, sarà possibile sottoporsi a check-up gratuiti a bordo di Unità mobili oftalmiche o in ambulatori e ricevere il materiale informativo. Durante l'evento si parlerà di luce blu, smartphone, tablet, laser e occhiali.

Altre Notizie