Lunedi, 15 Ottobre, 2018

Savona sul Def : "Se lo spread ci sfugge la manovra dovrà cambiare"

Conference of the Minister of European Affairs Prof. Paolo Savona to the foreign press 'A polytheia for a different stronger and fairer Europe' Savona: «Lo scontro con l'Ue può portare alla crisi finanziaria»
Quartilla Lauricella | 10 Ottobre, 2018, 12:36

"Siamo più spaventati dello scontro politico tra elite conservatrici che portano avanti politiche deflazioniste e le forze riformiste che vogliono che l'Europa faccia qualcosa per cambiare", ha aggiunto Savona. Parlando dei vincoli europei, Savona ha precisato che è "come se una nave che sa di andare contro un iceberg continuasse comunque ad azionare il pilota automatico".

"Draghi dovrebbe abbattere lo spread". "Io ho un compito più facile, quello di spingere un po'", ha proseguito il ministro per gli Affari europei.

"Se ci sfugge lo spread la manovra deve cambiare". "Io ritengo che con tutte le critiche che si sono riversate il mercato avrebbe potuto reagire e gli speculatori ne avrebbero approfittato, ma il mercato si e' dimostrato piu' cauto della politica e anche dei titoli dei giornali". "La costruzione dell'Europa non dà per scontato che si debba avere la stabilità prima dello sviluppo".

"Tria fa un lavoro difficilissimo, deve cercare di rendere la manovra quanto più vicina alla sua realizzabilità. Altri invece dicono che non c'e' niente da fare e bisogna tornare a livello nazionale". Una domanda sarcastica sulla potenza numerica della Chiesa sarebbe rimbalzata, a quanto apprende l'Adnkronos, sui cellulari di diversi ministri M5S: "quante divisioni ha Savona?", il commento che ha infatti accompagnato i lanci di agenzia che riportavano le parole del ministro. "La definizione di sovranismo è una definizione di comodo per non dare risposte alla gente che è insoddisfatta", ha aggiunto il ministro.

Altre Notizie