Mercoledì, 21 Novembre, 2018

Cellulari: Una possibile correlazione tra il cancro e le radiazioni elettromagnetiche

Cellulari e cancro Test sui topi, le radiazioni dei cellulari aumentano il rischio di cancro. «No legame con l’uomo»
Moreno Priola | 06 Novembre, 2018, 14:51

Innanzitutto, i ratti su cui è stato effettuato lo studio, sono stati esposti ad una quantità di radiazioni molto superiore a quella applicata agli esseri umani e le radiazioni sono state distribuite su tutto il corpo, mentre negli esseri umani sono molto più localizzate. Per quanto riguarda invece il cosiddetto "riscaldamento" che subirebbero le cellule cerebrali a causa delle onde elettromagnetiche, tali evidenze si sono avute solo ed esclusivamente nelle piastrine da laboratorio. Dati altrettanto nitidi non sono emersi né sulle femmine di ratto né sui topi.

La diatriba che collega l'uso dei cellulari, adesso ormai smartphone, e problemi alla saluta come tumori e cancro è ormai da quasi vent'anni che ce la portiamo dietro. Si sa che il cancro può comportarsi in maniera diversa nei due sessi, ma per quanto riguarda questo studio le differenze sono rimaste inspiegate.

I risultati dicono che una percentuale tra il 2 e il 3 per cento di ratti maschi sottoposti alle radiazioni ha sviluppato un tumore al cervello, mentre nessuno dei ratti nel gruppo di controllo ha avuto un simile tumore. Insomma: lo studio ha trovato alcune correlazioni tra il cancro e l'esposizione dei soli ratti maschi per una lunga durata a radiazioni in genere molto più potenti di quelle massime consentite, e che negli anni sono comunque via via diventate sempre meno usate.

I soliti ratti maschi hanno mostrato anche un'incidenza leggermente superiore di cancro alle ghiandole surrenali. L'esposizione alle radiazioni abbassava infatti l'incidenza di malattie ai reni, principale causa di morte fra i roditori anziani.

Uno degli scienziati del National Toxicology Program, John Bucher, ha parlato in merito alla scoperta legata alla correlazione tra cancro e cellulari.

Il carico per il cervello di un essere così piccolo non è paragonabile con quello che subisce il nostro corpo. Tuttavia soldi e tempo non aggiungono né tolgono niente alla validità di uno studio o alle interpretazioni che se ne vogliono dare.

Altre Notizie