Mercoledì, 21 Novembre, 2018

Flat tax, chi ci guadagna e quale insidia vi si nasconde dietro

Flat tax ripetizioni cos'è e come funziona 2 novembre 2018
Quartilla Lauricella | 04 Novembre, 2018, 19:25

Il dato emerge da una serie di simulazioni messe a punto da Eutekne.info, il Centro studi fiscali guidato dall'ex vice ministro dell'Economia Enrico Zanetti. La misura, però, nel prossimo futuro andrà a vantaggio dei soli lavoratori autonomi a Partita Iva che fatturano al massimo 100.000 euro all'anno e che pagheranno il 15% fino a 65.000 e il 20% tra il 65.000 e i 100.000 euro. Gli autonomi, così facendo, avranno a disposizione fino a 1.000 euro in più al mese rispetto ai lavoratori dipendenti. Se fosse un lavoratore dipendente (a tempo determinato o indeterminato), il costo a carico del datore di lavoro per quel contratto, compresi gli oneri contributivi, sarebbe di 59.346 euro.

Le partite Iva, semmai dovesse essere varata la riforma sulla flat tax, guadagneranno oltre il 30% in più rispetto a un lavoratore dipendente. A 20 mila euro, un autonomo prenderebbe il 9,75% in più di un dipendente. Nel caso di 50mila, invece, il vantaggio sarebbe del 26,46% per poi salire al 30,44% con un giro d'affari annuo di 60mila euro e al 33% per un autonomo con una retribuzione lorda annua di 70mila euro. Si tratta del divieto a 'convertire' i lavoratori dipendenti in autonomi destinato a tutti coloro che, nei due anni precedenti l'entrata in vigore della manovra, hanno percepito redditi da lavoro dipendente.

Altre Notizie