Lunedi, 10 Dicembre, 2018

Il Tg3 pagherà il viaggio agli studenti del Righi in Usa

Il Tg3 pagherà il viaggio agli studenti del Righi in Usa Scuola di Napoli vince concorso Nasa, ma mancano fondi: niente finale in Usa
Evandro Fare | 15 Novembre, 2018, 17:12

Le precisazioni arrivate dal Politecnico di Torino hanno ridimensionato di parecchio una storia apparentemente a lieto fine.

Una competizione che, come ha raccontato, il professor Melcarne, "vede il Righi in finale ormai da cinque anni". Lunedì incontreremo Luigi, Davide e Mauro per fargli i complimenti, dirgli che si meritano di andare alla finalissima e che i soldi per farlo li abbiamo trovati. Il torneo di quest'anno è ancora alle fasi iniziali e la classifica viene aggiornata in tempo reale seguendo i risultati dei successivi step della gara, fino alle fasi finali; i vincitori saranno decretati a metà gennaio 2019. E' partita così una gara di solidarietà per finanziare il viaggio e consentire ai ragazzi di partecipare alla finale.

La finale vera e propria della competizione internazionale si svolge per tutti i partecipanti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, in orbita terrestre; le finali vengono però trasmesse in diretta e tutti i concorrenti possono assistere da terra alle prove della gara in tre location definite: per le squadre europee e russe la finale di quest'anno è prevista ad Alicante (Spagna), per gli americani al MIT di Boston e a Sidney per l'Australia. Anche per l'anno precedente le finali per le squadre europee e russe si sono svolte in Europa, e in particolare a Torino. Arriva però un triste annuncio: l'istituto tecnico dove studiano non ha fondi sufficienti per farsi valere all'ultimo girone dell'High school tournament "Zero robotics".

Pensare che per loro era scatta una vera e propria gara di solidarietà. Il loro progetto è arrivato secondo in una competizione internazionale aerospaziale organizzata dal Mit e dalla Nasa, ma la loro scuola non avendo i soldi per pagarsi il viaggio avrebbero dovuto rinunciare a partecipare alla finalissima.

All'appello ha prima risposto la redazione del Tg3.

Tra coloro che hanno preso a cuore la situazione spunta il Tg3 ha "deciso di farsi carico del viaggio negli Stati Uniti a tre ragazzi dell'Istituto tecnico industriale 'Augusto Righì di Napoli".

"Ho letto questa notizia che mi ha colpito molto". Abbiamo le menti migliori del mondo e poi ci mancano i soldi per far sviluppare le loro idee. E' chiaro che dobbiamo dare più soldi alla scuola, all'istruzione, alla ricerca e cercheremo di fare il possibile per mettere maggiori finanziamenti nella manovra. Si attendono poche migliaia di euro per realizzare i sogni dei tre ragazzi. Negli altri casi, la mancanza di fondi li ha ancorati al golfo. La trasferta al Mit, insomma non è necessaria. E forse si è trattato di un semplice enorme equivoco.

"Da Napoli ad Atlanta c'è stata un'incredibile risposta di tantissime aziende all'appello dei nostri studenti", spiega nel frattempo la preside del Righi, Vittoria Rinaldi, "una reazione che dimostra quanto sia importante accendere i riflettori sulle tante eccellenze sommerse all'interno delle scuole del nostro Paese perché per fortuna le imprese pronte ad investire sul merito ci sono".

Davide, Mauro e Luigi, noi tifiamo lo stesso per voi!

Altre Notizie