Lunedi, 10 Dicembre, 2018

L'ex criminale James "Whitey" Bulger è stato ucciso in prigione

Ucciso in carcere il boss americano James Whitey Bulger Morto il gangster "Whitey" Bulger
Evandro Fare | 01 Novembre, 2018, 11:17

Alcuni secondini hanno trovato il corpo di Bulger un paio di ore più tardi.

"Whitey" Bulger è stato uno dei più gelidi e spietati fra i criminali degli anni settanta e ottanta.

James "Whitey" Bulger, nato a Boston nel 19289 da padre canadese e madre di origini irlandesi sin da ragazzo entra a far parte di una gang minorile. Tra i detenuti sospettati del pestaggio ci sarebbe Fotios "Freddy" Geas, 51 anni, un sicario della mafia di Springfield che sta scontando un ergastolo.

Rivalità che permise a Bulger di stringere un patto con l'FBI. Lo riporta il Boston Globe online, precisando che l'89enne si trovava nel carcere di massima sicurezza di Hazelton, a 300 chilometri da Washington.

Nel 1995 però i media portarono alla luce i rapporti tra l'FBI e le organizzazioni criminali irlandesi e Bulger dovette scappare. Ma anche in quel caso, fu aiutato: l'ex agente che era stato il suo "contatto" al Bureau, John Connolly, lo avvertì in tempo che si stava preparando il mandato di cattura contro di lui.

Nel 2011 fu poi catturato - pare grazie a una soffiata - in California dove si era nascosto con la sua compagna Catherine Greig, che lo aveva ospitato e protetto per anni.

I due vivevano come Charlie e Carol Gasko a Santa Monica.

Altre Notizie