Giovedi, 15 Novembre, 2018

Manovra, Moscovici: sanzioni sono soluzione peggiore

Vincent Kessler  Reuters Vincent Kessler Reuters
Evandro Fare | 05 Novembre, 2018, 22:13

E sulla manovra italiana ribadisce che "quando appartieni alla zona euro non puoi fare come ti pare".

Il presidente dell'Europarlamento Antonio Tajani ha assicurato che sul fronte idrogeologico "l'Europa è pronta ad aiutare l'Italia ed è già previsto un intervento se i danni superano i 3 miliardi". Così il ministro delle Finanze slovacco Peter Kazimir al suo arrivo all'Eurogruppo, dicendosi "abbastanza sicuro che Giovanni (Tria, ndr) sappia bene qual è la situazione ora". Moscovici ha ribadito che 'l'interlocutore è il ministro Tria e credo che abbiamo compreso che occorre che l'Italia rispetti le regole, agisca nel quadro europeo: "auspico un nuovo progetto di bilancio, in tutti i casi non immagino che il dialogo si interrompa, il dialogo restera' tra amici, sara' costruttivo, non posso adesso saltare alle conclusioni". Ancora tanti i nodi da sciogliere nel corso di un dibattito parlamentare che si preannuncia acceso. Sulla tesi portata avanti dal governo italiano, ovvero che l'espansione del bilancio porterà a più crescita economica e a una riduzione del rapporto debito-pil, il commissario ha detto "sarò diplomatico: non è necessariamente spendendo più soldi che ottieni più crescita e che abbassi il debito. Il francese ha notato come sia la prima volta che la Commissione 'e' stata condotta a dare un parere negativo su un progetto di bilancio e a chiederne una revisione".

Quanto alla prossima tappa, cioè se la Commissione si sta avviando a preparare la procedura per mancato rispetto della regole del debito da parte dell'Italia, Moscovici non ha voluto fornire indicazioni: "Noi aspettiamo la risposta dell'Italia il 13 novembre, l'8 novembre di saranno le nuove stime economiche della Commissione, noi rispettiamo regole e tempi con rigore e fermezza, trattando tutti allo stesso modo". Non sono mai stato partigiano delle sanzioni. "Penso che sia un ragionamento economico su cui bisogna discutere".

"L'Italia deve rispettare le regole comuni" perchè "non si può fare ciò che si vuole quando si appartiene alla zona euro", ha detto il commissario agli Affari economici, Pierre Moscovici, in vista della riunione dell'Eurogruppo di oggi."Che il governo italiano voglia mettere in opera un piano contro la povertà e degli investimenti in infrastrutture lo capisco perfettamente e non lo discuto", ha spiegato Moscovici in un'intervista alla radio francese France Info. "Nelle sedi appropriate ribadirò la nostra posizione" sulla manovra "e non voglio nemmeno pensare che la Commissione si lasci condizionare da argomenti di carattere politico", ha commentato il premier Giuseppe Conte durante la conferenza stampa con il primo ministro algerino Ahmed Ouyahia.

Altre Notizie