Lunedi, 10 Dicembre, 2018

Matera, un percorso all’aperto tra le opere di Dalí

Matera, un percorso all’aperto tra le opere di Dalí Tra i Sassi di Matera spuntano le opere di Salvador Dalì: il risultato è surreale
Calogero Calderone | 17 Novembre, 2018, 10:22

Sono già un'attrazione per scattare foto e farsi dei selfies.

La città dei Sassi, come è meglio conosciuta, ha meritato di recente anche la nomina a prossima Capitale europea della cultura nel 2019, evento che sarà anticipato nei mesi a venire da molti appuntamenti che regaleranno visibilità e prestigio al territorio lucano. Dopo l'installazione dell'opera dello scultore giapponese Azuma, una goccia bronzea collocata davanti a Palazzo Lanfranchi, anche l'arte intramontabile di uno dei più iconici artisti spagnoli è arrivata a Matera, attirando l'attenzione di turisti e residenti che non mancano di scattare foto e girare video delle esposizioni.

Salvador Dalì tra i Sassi di Matera: una mostra open air Galleria fotografica Un orologio sciolto in via Madonna delle Virtù, l'elefante gigantesco fra piazza Vittorio Veneto e via San Biagio, una terza opera in piazza San Francesco d'Assisi.

E altri elementi destano grande curiosità: "Il percorso espositivo si svilupperà su quattro temi cari all'artista: quattro dicotomie, il tempo, millenario e fugace, l'involucro duro e il contenuto molle, la dialettica tra religione e scienza, la metamorfosi della realtà in surrealtà, accompagnano il visitatore nella conoscenza del maestro catalano, in una mostra unica nel suo genere e fortemente innovativa rispetto a tutte le precedenti esposizioni dedicate a Dalí". L'allestimento è completato dalla presenza di un'area cinema, per la proiezione di un docufilm dedicato alla mostra, e di un laboratorio multimediale a scopo didattico, che renderanno la mostra ancora più interessante per il pubblico più giovane.

Matera, eccellenza italiana e Patrimonio Mondiale UNESCO, si trasformerà in un entusiasmante percorso tra le opere di un grande come Dalì, scomparso nel 1989. Allestita con l'aiuto del circolo culturale "La Scaletta" di Matera, "La persistenza degli opposti" consiste in 150 opere.

Altre Notizie