Lunedi, 10 Dicembre, 2018

Salvini: se manovra piace a Ue contenti, sennò tiriamo dritti

La preoccupazione di Salvini: «Di Maio non controlla il suo partito» Manovra, vertice a Palazzo Chigi: "Saldi e crescita invariati". Salvini: "Se all'Ue non va bene tiriamo avanti lo stesso"
Quartilla Lauricella | 15 Novembre, 2018, 23:42

Manovra, Cdm per rispondere alla Ue. Lo ha detto Matteo Salvini, entrando a Palazzo Chigi dove avrà un vertice con il premier Giuseppe Conte e il vice Luigi Di Maio.

La lettera di risposta a Bruxelles ha confermato l'impianto della manovra e l'azione politica del governo: quota 100 parte subito. Ci sono anche "le clausole di salvaguardia e i controlli automatici sulla spesa già previsti (con monitoraggio dei conti pubblici ai fini correttivi)". Nella legge di bilancio è inoltre "confermata la destinazione dello 0,2% degli investimenti all'idrogeologico". "E quindi la nostra manovra di bilancio resta fedele agli obiettivi che si è data". Ma se lo scorso 23 marzo, poco dopo le elezioni politiche che hanno portato poi alla formazione del governo giallo-verde, i due erano raffigurati mentre si scambiavano un bacio, questa volta il murales intitolato "La Guerra dei Socials" li ritrae mentre si danno spalle e si sfidano sui social network. "Abbiamo detto che il nostro obiettivo è mantenere il 2,4% e ci impegniamo a mantenerlo". Per rimpolpare il capitolo entrate, il governo spinge il piede sulle 'dismissioni' anche immobiliari, ma "non riguarderanno i gioielli di famiglia, non sono in vendita", assicura il leader pentastellato. Si cambia in base a quello che succede in Italia, ad esempio a causa del maltempo.

"Stiamo lavorando a una manovra che prevede più posti di lavoro, più pensioni e meno tasse non per tutti ma per molti italiani. Se al- l'Europa va bene siamo contenti, sennò tiriamo dritto".

Altre Notizie