Lunedi, 10 Dicembre, 2018

F1, Montezemolo: "Hamilton avrebbe vinto questo Mondiale anche con la Ferrari"

Ferrari a nervi tesi Montezemolo smonta Vettel Fonte Getty Images
Iona Trifiletti | 05 Dicembre, 2018, 21:55

SERVE LA ZAMPATA "Da questo mondiale esce una Ferrari molto diversa da quella che lasciai a ottobre 2014, negli uomini e nella mentalità" - ha poi proseguito il manager italiano - "La Ferrari quest'anno ha fatto una buona macchina, in alcune situazioni anche superiore alla Mercedes, ma è mancata la zampata finale".

CON LEWIS FERRARI IRIDATA "Quest'anno Hamilton ha fatto la differenza, disputando la migliore stagione da quando corre" - ha spiegato Montezemolo - "Anche lui ha dei momenti di debolezza e va un po' in crisi, però quest'anno con la Ferrari avrebbe vinto. Non lo dico comunque per sminuire Seb, che ha tutte le possibilità di rifarsi con una macchina competitiva", la sua riflessione.

Considerando queste dichiarazioni di Montezemolo (unite all'analogo endorsment di Flavio Briatore in quel di Abu Dhabi nei confronti di Fernando Alonso) è chiaro che la stagione di Sebastian Vettel abbia sollevato qualche dubbio sull'effettiva massimizzazione del risultato: il lungo ad Hockenheim rimane ancora un mistero e i testacoda nelle prime fasi di gara a Monza, Suzuka ed Austin sono piuttosto grossolani ed inspiegabili per un pilota del suo calibro, ma molto probabilmente spiegabili come il tentativo di prendere il "treno buono" disponendo di un mezzo complessivamente meno performante nelle prime fasi di gara, quando i ritmi e le strategie sono ancora in divenire e non stabilizzate. A Niki voglio molto bene, è stato importantissimo nella storia della Ferrari, intelligente e sempre vicino alla squadra. Il gruppo va sempre tenuto unito. Parlavo ieri giusto con Todt e ricordavamo che anche nei primissimi anni Michael fece degli errori. Più personalmente, Montezemolo, 71 anni, ha escluso il suo ritorno in F1, dichiarando: "Da zero a cento, la possibilità è inferiore allo zero".

Su Charles Leclerc, futuro compagno di Sebastian Vettel, ha detto: "È giovane e bravo".

Alla fine un pensiero per Vettel: "Sicuramente quest'anno ha fatto degli errori, decisivi per il mondiale, però bisogna fare di tutto per tenere Vettel carico". Mi fa piacere che stia andando bene Mick e gli sono vicino.

Il mondiale 2018 di Formula 1, nonostante una crescita che l'ha portata a giocarsi il titolo quasi fino all'ultima gara, ha rappresentato l'ennesima delusione per la Ferrari, incapace di interrompere la maledizione che sembra aleggiare su Maranello; è dal 2008, infatti, anno nel quale Kimi Raikkonen e Felipe Massa conquistarono il mondiale costruttori, che la Rossa non riesce a battere gli avversari. "Ha fatto la differenza".

Altre Notizie