Venerdì, 18 Gennaio, 2019

Manovra: Auto elettriche e ibride nelle aree pedonali, tutto da rifare

Le associazioni contro il governo sulle auto nelle aree pedonali e ZTL Traffico, il governo riapre ztl e aree pedonali alle auto elettriche e ibride
Quartilla Lauricella | 08 Gennaio, 2019, 14:47

Il consigliere comunale critica anche la sovrapposizione nel testo della legge tra le automobili completamente elettriche e quelle ibride, in cui sono comunque presenti motori a scoppio tradizionali: "Oggi circolano automobili che per dimensioni e motorizzazione, pur essendo ibride, consumano e inquinano quanto una alimentata tradizionalmente - afferma Fiorentini -".

A questo punto le grandi città - e prevedibilmente non solo loro - chiedono a gran voce al governo di rivedere la norma che apre ztl e aree pedonali alle auto ibride ed elettriche. Se così fosse, Piazza del Duomo a Milano, Piazza Santa Croce a Firenze, ma anche Piazza Navona a Roma come Piazza dei Miracoli a Pisa potrebbero essere "invase" dalle auto a basse (o del tutto assenti) emissioni. Con buona pace, peraltro, dei recenti provvedimenti di messa al bando del traffico veicolare nelle zone più centrali delle città; ed in sostanziale opposizione alle attuali tendenze comunitarie, che in effetti tendono a vietare l'ingresso alle auto in ambito urbano.

Nella Legge di stabilità appena approvata, il Governo attuale, che si definisce "del cambiamento", ha inserito una modifica pericolosa al Codice della Strada: si tratta di una norma, il comma 103, che obbliga i Comuni a consentire "in ogni caso" a tutte le auto elettriche e ibride la circolazione nelle aree pedonali e nelle ZTL. E quali sono le zone indicate dal comma 9? Dopo la bufera sugli ecoincentivi diventati ecotasse e l'esclusione delle Euro 0 dalla rottamazione -per un errore squisitamente tecnico- la nuova legge sembra permettere ad auto elettriche ed ibride di percorrere senza limiti zone ZTL ed aree pedonali.

Il sottosegretario ai Trasporto Michele Dell'Orco (m5s) si è, nel frattempo, affrettato per fare... marcia indietro al provvedimento: la "rettifica" via Twitter precisa che la modifica verrà "Rivista al primo provvedimento utile"; una news pubblicata in queste ore dal Corriere della Sera precisa, riferendosi allo stesso sottosegretario, che "L'emendamento, di Forza Italia, è passato nella confusione: un problema di distrazione". Lo dichiara la senatrice di Forza Italia Alessandra Gallone, vicepresidente del gruppo di Forza Italia e responsabile nazionale Dipartimento Ambiente del partito.

Altre Notizie