Martedì, 18 Giugno, 2019

Salva-Carige, è scontro sulla nazionalizzazione. Tria: meglio il mercato

Carige i commissari Pronti a chiedere garanzia sui bond. Ricapitalizzazione precauzionale è ipotesi residuale Salva-Carige, è scontro sulla nazionalizzazione. Tria: meglio il mercato
Quartilla Lauricella | 10 Gennaio, 2019, 11:37

"La nazionalizzazione di Carige è un'eventualità prevista dal decreto se non si verificano alcune condizioni, quindi se nessun privato ci mette i soldi arriverà la nazionalizzazione", ha sottolineato Giorgetti. Un confronto forzatissimo, perché l'importanza del Monte dei Paschi per Siena, la Toscana e il sistema di potere della sinistra non era nemmeno paragonabile al peso di una banca pur importante come Carige ma totalmente governata da privati (nell'azionariato ci sono anche il proprietario dello Spezia Gabriele Volpi e quello del Livorno Aldo Spinelli).

"Se mai lo stato dovrà mettere soldi in Carige sarà per farla diventare una banca di Stato".

Questo dipende - come spiega per esempio un approfondimento del Sole 24 Ore - dal fatto che "sono identiche le norme europee da rispettare per il salvataggio statale, e quindi non cambiano le regole italiane chiamate ad attuarlo". "Spero che la Ue ci permetta di riportarla sotto il controllo dello Stato".

"Nei prossimi giorni pubblicheremo l'elenco dei debitori di Carige", ha aggiunto Di Maio. "Di certo non la ripuliremo per venderla, e non faremo favori a qualche azionista che si è rifiutato Di ricapitalizzare".

Rispetto alla situazione di Banca Carige "al momento non è possibile stabilire se si materializzerà l'esigenza di realizzare l'intervento poiché in fondo una soluzione di mercato sarebbe comunque preferibile". Ancora: "Il governo è pronto a realizzare quanto necessario e con le modalità più opportune per la salvaguardia dei risparmiatori e del tessuto economico di riferimento in coerenza con il quadro normativo europeo". Il ministro frena insomma sull'opzione nazionalizzazione, che sembra invece farsi più strada nell'esecutivo giallo-verde, se si considera che anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, il leghista Giancarlo Giorgetti, ha detto che l'ipotesi è concreta.

Ma dopo la lunga crociata condotta contro i governi di Renzi e Gentiloni accusati di essere amici dei banchieri, 5Stelle e Lega non possono permettersi di tirare fuori un solo euro per salvare l'istituto di credito senza procedere all'acquisizione dell'istituto di credito ligure.

Altre Notizie