Venerdì, 18 Gennaio, 2019

"Volevi che non fossi mai nata": una bambina compie un gesto estremo

Messico, bimba di 10 anni si impicca. Lettera alla madre: “Volevi che non fossi mai nata, ora sarai felice” Bambina suicida scrive alla madre: “Volevi non fossi mai nata, è il mio regalo”
Evandro Fare | 12 Gennaio, 2019, 18:41

Quando pensiamo un bambino vediamo futuro, spensieratezza, aspirazioni, insomma l'oltre che scavalca l'oggi perché è così che dovrebbe essere, ovvero un bambino dovrebbe vivere di sogni.

Una ragazzina di appena 10 anni si è tolta la vita impiccandosi nella sua casa in Messico.

Voglio chiedere a mia madre di essere calma, di non lavorare molto, il regalo migliore che posso chiedere è la sua felicità. Secondo quanto riferisce il quotidiano Il Messaggero, infatti, la piccola è stata trovata morta con al suo fianco un foglio contenente una lettera, tutto questo nel giorno del Three Kings Day, una ricorrenza particolare che si celebra in Messico durante la quale le famiglie si scambiano dei regali.

A seguito di questo tragico suicidio da parte di una bambina di soli dieci anni, le forze dell'ordine messicane hanno avviato e stanno portando avanti delle indagini per comprendere a fondo la questione.

La piccola ha concluso la lancinante lettera scrivendo che il suo dono renderà felice la mamma che ripeteva sovente come sarebbe stato meglio se non fosse mai nata: l'immenso amore della bimba tracima nelle parole d'affetto finali, ove la sua morte è vista come il dono più lieto. "Sono io il motivo per cui papà è andato via di casa e spero che un giorno ti ricordi di me e quando sarai in cielo, finalmente, mi abbraccerai".

Penso che il miglior regalo dei Tre Re per te sia se mi uccido, come mi hai sempre detto: "Vorrei che tu non fossi mai nata".

I vicini non si erano mai accorti del fatto che la piccina avesse problemi.

Altre Notizie