Lunedi, 25 Marzo, 2019

Borsa, Milano apre in rialzo +0,5%

Gli indici di Borsa e spread del 12 marzo 2019 Borsa Milano chiude piatta, giù Tim
Quartilla Lauricella | 14 Marzo, 2019, 12:25

Il Ftse Mib cede lo 0,16% e prevalgono gli ordini in vendita in particolare su Tim (-2,28%), Eni (-0,4%) e Unicredit (-0,5%).

Tra gli indici di Eurolandia si muove in territorio positivo Francoforte, mostrando un incremento dello 0,75%, in modesto rialzo Londra, che evidenzia un incremento dello 0,37%, e registra un bilancio positivo Parigi, che vanta un progresso dello 0,66%. Fuori dal paniere principale Mediaset, in attesa dei conti sale con cautela (+0,5%); soffre Tod's (-3,88%) che con i risultati 2018 ha deluso gli analisti e oggi viene 'downgradata' da Fidentiis. Sono cresciuti invece Buzzi (+1,7%), Recordati (+1,9%), Campari (+1,8%) e Tenaris (+1,4%).

Banche in primo piano: Ubi +1,11% e Finecobank +0,91%, in rialzo anche Cnh Industrial (+0,96%). A fare da traino alla giornata il ritorno degli acquisti sul settore bancario europeo, che pesano da contraltare ad una Wall Street dall'andamento altalenante. Il rendimento espresso è pari al 2,54%.

Il Tesoro ha venduto tutti i 6,5 miliardi di euro di Bot a un anno offerti in asta, con tassi ancora in discesa.

RImbalzo significativo in Asia, sulla scia del rally dei tecnologici in America. Sullo sfondo i passi in avanti del dialogo tra Usa e Cina sul fronte del commercio globale. I listini cinesi hanno toccato un rialzo del 2% in mattinata e ora si avviano a chiusura in rialzo Shanghai dell'1,1% e Shenzhen dell'1,68%, Tokyo ha segnato un guadagno dell'1,79%, Hong Kong è salita dell'1,4%.

Altre Notizie