Lunedi, 25 Marzo, 2019

Facebook bandisce tutti i post no vax

Facebook mette al bando i post no vax Il contrattacco di Facebook e Instagram ai no-vax: contenuti meno visibili
Moreno Priola | 11 Marzo, 2019, 10:06

Monika Bickert, a capo della Direzione della politica globale di Facebook, in un post conciso e assertivo ha detto che Facebook combatterà la disinformazione sui vaccini riducendone la visibilità ma non cancellandone i contenuti.

Facebook segue quindi la stessa strada che YouTube e Pinterest hanno già percorso alla fine di febbraio: il primo, rimuovendo le pubblicità dai video no-vax; il secondo, escludendo dai risultati di ricerca alcuni contenuti relativi ai vaccini indipendentemente dall'attendibilità degli stessi. Facebook non consentira' piu' messaggi pubblicitari che fanno disinformazione sui vaccini, proprio per cercare di ridurre la diffusione di fake news su questo tema.

Meno spazio ai no-vax sui social. Per gli account pubblicitari che continuano a violare le nostre norme, potremmo adottare ulteriori provvedimenti, come la disattivazione dell'account pubblicitario.

Inoltre Facebook non mostrerà o raccomanderà contenuti che riportano informazioni errate sulle vaccinazioni nella sezione "cerca" o in quella degli hashtag di Instagram.

I protocolli per identificare le notizie false si baseranno sulle informazioni fornite dall'Organizzazione mondiale della sanità e dai centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie. Se una possibile fake news corrisponde a questi criteri, allora Facebook agirà contro di essa.

Altre Notizie