Воскресенье, 19 Мая, 2019

Via della Seta, Salvini "l'americano" blocca Di Maio: "No se rischi sicurezza"

Via della Seta, Salvini Via della Seta, Salvini "l'americano" blocca Di Maio: "No se rischi sicurezza"
Evandro Fare | 14 Марта, 2019, 20:36

"È nostro dovere proteggere la libertà e la privacy di Giulia Sarti e delle altre persone, spesso giovani, che subiscono e/o hanno subito lo stesso vergognoso trattamento". Ma anche quella dei giornalisti.

"Sarò personalmente impegnato per risolvere tutte le situazioni in stallo, stiamo procedendo spediti in questa direzione e proprio questo venerdì, a Palazzo Chigi, sono previsti due incontri a riguardo". Una notazione che, però, non ha scalfito la sicurezza di Salvini che, anzi, è passato al contrattacco con una replica particolarmente dura. Un evento a cui il ministro è abituato al punto da non farsi trovare spiazzato e da replicare duramente anche ai suoi interlocutori. "In 9 mesi di governo ha promosso come primo firmatario 2 leggi (il Decreto Sicurezza e la cessione unità navali alla Libia), ha risposto a 4 question time, fatto una comunicazione al Parlamento ed è intervenuto in tre commissioni - scrivono Milena Gabanelli e Gian Antonio Stella su Il Corriere della Sera -". Manifesto che era stato esposto in un gazebo della Lega.

"Squadra che vince non si cambia".

"Per me - precisa Salvini - aprire ai nuovi mercati è fondamentale, ma altro è permettere penetrazioni che poi possono manipolare le politiche economiche del Paese, come successo alla Grecia con il porto del Pireo". Sugli F35 nessun passo indietro per il ministro dell'Interno: "Se non lo facciamo noi, lo faranno i tedeschi o i francesi e non vedo perche' fare regali ai nostri primi competitor".

Altre Notizie