Martedì, 25 Giugno, 2019

Ecco le cinque capolista del M5S alle europee

Europee M5s 5 donne capilista ecco chi sono. Slogan continuare per cambiare Elezioni europee, M5s punta sulle donne: chi sono le 5 capolista
Evandro Fare | 15 Aprile, 2019, 12:19

La settimana prossima si presentano le liste.

La notizia, data da Brindisi Time, può costituire un piccolo terremoto per il M5s di Di Maio, che nel regolamento oltre ad avere il divieto di candidatura per i condannati ha anche un passaggio che riguarda gli indagati, per i quali sono necessarie ulteriori valutazioni. Le signore candidate (l'amministratrice pubblica Maria Angela Danzì nel Nord Ovest, la giornalista Sabrina Pignedoli nel Nord Est, l'euro-dirigente Daniela Rondinelli nel Centro, la professoressa universitaria Chiara Maria Gemma nel Sud e la manager Alessandra Todde nelle Isole) sono state calate dall'alto e per questo, pur se sbandierate da Di Maio come "eccellenze", nella pancia del Movimento "non applaude nessuno". "Qualcuno dice che abbiamo candidato cinque donne, io dico che sono prima di tutto cinque eccellenze", ha detto Di Maio in conferenza stampa.

Secondo quanto scrive Brindisitime, è di queste ore la notizia relativa all'iscrizione nel registro dei vertici delle strutture tecniche di Autorità Portuale e Comune, così come del presidente dell'ente portuale Ugo Patroni Griffi e, appunto, dell'ex sub-commissario del Comune Mariangela Danzì che proprio nelle scorse ore è stata scelta come capolista nella circoscrizione Nord/Ovest del Movimento 5 Stelle per le elezioni europee. "M5S è stato sempre vincente ogni volta che ha dato ai cittadini la possibilità di farsi Stato", aggiunge. Andiamo in Europa con le idee chiare: fermiamo la folle politica di Austerità che blocca l'economia nazionale, contrastiamo la grande elusione fiscale delle multinazionali, ridistribuiamo in tutti i Paesi europei i migranti che sbarcano in Italia e tuteliamo la nostra salute e i prodotti agroalimentari italiani.

Sulle alleanze a Strasburgo il vicepremier ha aggiunto: "Stiamo lavorando a un gruppo europeo: non sarà nè di destra nè di sinistra". "Ci hanno vietato di fare interviste, ma se potessi parlare.", lascia intendere al Fatto un anonimo pentastellato. Nel programma 5 Stelle anche il "salario minimo europeo per evitare il dumping salariale".

Altre Notizie