Giovedi, 20 Giugno, 2019

MotoGP, ritirato definitivamente il 69 di Nicky Hayden

MotoGp Marc Marquez cerca la settima Viñales gli sta vicino. Ritirato il 69 di Hayden MotoGP, ritirato definitivamente il 69 di Nicky Hayden
Iona Trifiletti | 15 Aprile, 2019, 02:38

"Abbiamo deciso infine, d'accordo con la famiglia, di ritirare il 69, il numero che rimarrà sempre di Nicky Hayden". Nicky amava la MotoGP. Un evento toccante al quale, oltre al Ceo di Dorna Carmelo Ezpeleta e il Presidente della FIM, Jorge Viegas, hanno preso parte anche il padre di Nicky, Earl, e il fratello Tommy Hayden.

MotoGP | Il commovente tributo ad Hayden di Valentino Rossi & Co. Nicky adorava la MotoGp e penso che l'abbia amato per una ragione, perché ci sono molte persone buone, iniziando dal vertice, e vogliamo ringraziare tutti per tutto. Nella vita di tutti; quelli dei suoi amici e dei suoi familiari e tutti i suoi fan.

Ci sono tante bandiere americane, simbolo di una nazione orgogliosa del suo Kentucky Kid, e c'è tutta la sua famiglia.

Il numero 69 è un numero speciale per la nostra famiglia. Il numero utilizzato dall'ex campione statunitense durante tutta la sua carriera è stato ufficialmente ritirato durante una breve conferenza stampa che si è tenuta oggi al Circuit of Americas (Cota) di Austin. Come ai può immaginare. significa molto per noi. "Ancora una volta vorrei ringraziare tutti per essere venuti qui, per tutto il supporto e per aiutarci a mantenere vivo il ricord di Nicky".

"Prima di tutto vorrei ringraziare tutti per essere qui, tutti quelli che si sono presentati per festeggiare questa speciale occasione". - Quando Dorna ha proposto di ritirare questo numero magico, non abbiamo esitato. Ci sono alcuni riders, indipendentemente dal numero di titoli, che hanno un qualcosa di speciale. "Nicky è uno di loro".

"Fin dall'inizio, dopo averlo perso, pensavamo che fosse un qualcosa che dovevamo fare perché Nicky era speciale per tutti noi" ha detto Ezpeleta.

A spiegare i motivi del ritiro del 69, Ezpeleta, il primo a prendere la parola: "Da quando l'abbiamo perso in quell'incidente in Italia, abbiamo pensato a qualcosa di speciale per lui". Ha toccato tutto qui, il suo rapporto con tutti noi è stato fantastico.

Il 69 sarà indisponibile per il Gran Premio delle Americhe ad Austin. Questo ha creato un trampolino di lancio perfetto per la stagione successiva e ha messo insieme una campagna impressionante per diventare campione del mondo MotoGp nel 2006, conquistando la corona nel finale di stagione.

Altre Notizie