Lunedi, 20 Mag, 2019

Pakistan: 14 morti nell’assalto di uomini armati a un bus

Militari Pakistan Pakistan: assalto bus, 14 morti
Evandro Fare | 20 Aprile, 2019, 09:56

Un autobus che viene fermato da un gruppo di paramilitari. Erano a bordo del bus bloccato da un gruppo armato che lo ha assaltato nella regione del Belucistan, nel sudovest del Pakistan, vicino al confine con l'Iran. I passeggeri, secondo la prima ricostruzione, sono stati fatti scendere e, dopo aver verificato la loro identità, gli uomini armati li hanno giustiziati. Gli uomini del gruppo armato indossavano delle uniformi para militari del Corpo di frontiera. Sul bus viaggiavano circa 30 persone, in direzione del porto sudoccidentale di Gawadar.

Il ministro locale dell'Interno, Haider Ali, ha sostenuto che essi "hanno fermato il pullman che viaggiava sull'autostrada Makran, da Ormara era diretto alla megalopoli di Karachi, hanno fatto scendere i passeggeri e ne hanno uccisi 14". Un agguato senza mezzi termini che, tuttavia, è ancora avvolto in un alone di mistero. Al momento nessuna organizzazione ha rivendicato l'attacco, ma è probabile si sia trattato di un'azione da parte dei separatisti beluci. Gli altri governi sono al lavoro per provare a trovare il giusto compromesso che consentirebbe di arrivare ad una piccola tregua almeno fino a quando non si sconfiggono definitivamente tutte le forze terroristiche che negli ultimi tempi stanno attaccando con molta frequenza il Pakistan in diverse zone del Paese. Una terra difficile perché, oltre ad essere la provincia più grande e più povera di tutto il Pakistan, è anche notoriamente luogo in cui imperano gruppi di separatisti e di estremisti islamici. Le indagini sono in corso. Tra le vittime, figurano anche un ufficiale della Marina e un membro della Guardia costiera.

Altre Notizie