Martedì, 25 Giugno, 2019

Tria: "L'Italia non è il male, le banche solo le più solide"

Tria nessun rischio patrimoniale avrebbe impatto distruttivo Crisi Italia, Tria sempre più consapevole: "Preoccupazione per debito esiste. la crescita dipende dal quadro globale"
Quartilla Lauricella | 14 Aprile, 2019, 17:51

Non è un sì alla flat tax, la tassa piatta per le famiglie. E nonostante abbia aggiunto che "una correzione della progressività delle aliquote che penalizza il ceto medio è un tipo di riforma che mi sento di sostenere a pieno", Tria sembra cauto nel pronunciarsi, rimandando la palla alla politica: "Nelle scelte politiche, c'è la anche la possibilità di rivedere più o meno profondamente la spesa pubblica", ha detto all'Annunziata.

"Non c'è il rischio" di una patrimoniale, ha detto inoltreil ministro.

"Allo stesso tempo - ha aggiunto Tria - dobbiamo mantenere una stabilita' finanziaria e abbiamo bisogno di risorse da investire sull'istruzione sul capitale umano, trovare un bilanciamento tra queste necessita'".

La Brexit, il protezionismo e le incertezze politiche sono elementi di rischio per l'economia ha detto in un altro passaggio sottolineando che l'economia di Eurolandia si e' mostrata "resistente" e, nel complesso, il settore finanziario non mostra segnali di stress. "Italia e Germania, per questo, sono i più colpiti". A dirlo è il ministro dell'Economia Giovanni Tria che, a margine dei lavori del Fmi, ha ricordato come il rallentamento dell'economia italiano è uguale a quello della Germania. Tria rassicura anche sul buono stato di salute delle banche italiane: "hanno risentito della doppia recessione" ma il sistema bancario del paese "è uno dei più sani d'Europa".

A Washington Tria ha incontrato il direttore generale del Fmi, Christine Lagarde. "Non c'è solo la via della Seta", si legge nella nota. Replicando al commissario Ue per gli Affari economici e monetari Pierre Moscovici, che ha chiesto all'Italia di rispettare gli impegni, Tria è chiaro: "Rispetteremo gli obiettivi di deficit strutturale concordati, forse raggiungeremo un risultato leggermente migliore".

Altre Notizie