Lunedi, 20 Mag, 2019

Salva un cane e viene morsa, muore di rabbia

Birgitte Kallestad Birgitte Kallestad
Moreno Priola | 13 Mag, 2019, 10:19

Per questo nessuno ha pensato alla malattia quando Birgitte Kallestad, un'infermiera di 24 anni, si presentava quasi ogni settimana in pronto soccorso. La ragazza è morta lunedì, riporta il Washington Post.

Una ragazza è morta di rabbia canina dopo aver salvato un cucciolo durante una vacanza in Filippine. È morta otto giorni dopo il ricovero. Si ricorda che questa patologia può essere trasmessa non solo da cani e gatti, ma anche da pipistrelli, procioni, coyote e puzzole.

Birgitte l'ha contratta a causa del suo amore per gli animali. Come ha confermato la famiglia in un comunicato ufficiale, la ragazza era in motorino con alcuni amici con i quali era in viaggio nel paese del Sud Est asiatico quando ha notato quel cucciolo abbandonato. Lo ha allevato, nutrito e ha giocato con lui insieme agli altri ospiti della struttura. Finché l'animale non l'ha morsa, ma lei non se ne è preoccupata.

Ha iniziato a manifestare i sintomi una volta tornata a casa. La rabbia è curabile ma se non trattata subito produce un'infezione mortale al cervello. In Italia non si segnalano casi di malattia dal 2011.

Altre Notizie