Venerdì, 28 Febbraio, 2020

Visco: Italia superi suoi problemi strutturali per crescita

Visco Spread raddoppiato dal 2018. Urgente ridurre il debito pubblico Il governatore Ignazio Visco
Quartilla Lauricella | 20 Mag, 2019, 11:06

Il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco sceglie la conferenza del prestigioso Aaron Insitute israeliano per affrontare, seppure senza nominare i politici, uno dei temi caldissimi della campagna elettorale per le elezioni europee: l'impennata dello spread a seguito delle dichiarazioni di voler sforare i limiti di bilancio Ue di fronte al rallentamento economico e all'incognita Iva.

"Sarebbe un errore" pensare che la Bce non sia dotata di strumenti adatti a gestire contesti di recessione o deflazione nell'area euro, ha detto. "Mentre le riforme strutturali fornirebbero un aiuto essenziale aumentando le dinamiche della produttività".

Tuttavia "l'attività economica - ha sottolineato Visco - ha riportato una crescita leggermente positiva nei primi mesi di quest'anno" e "questa tendenza potrebbe continuare, specialmente se il rimbalzo globale nella fiducia degli investitori osservato dalla fine del 2018 procede e continua ad esercitare i suoi effetti anche in Italia". "Non è più rinviabile una credibile strategia di ridurre il debito", spiega. Tra i punti sottolineati dal Governatore vi sono il dimezzamento degli Npl e il considerevole aumento degli accantonamenti e della capitalizzazione delle banche.

"La speranza è che, dopo le prossime Elezioni europee, saranno stabilite le condizioni per riprendere l'agenda delle riforme, portandole avanti con rinnovato vigore". Altrimenti la canzone (dei Beatles) suona: "la strada lunga e ventosa.non scomparirà mai".

Altre Notizie