Lunedi, 17 Giugno, 2019

Castrazione chimica è legge in Alabama

Matteo Salvini esulta per l'approvazione della castrazione chimica in Alabama Alabama: firmata legge sulla castrazione chimica di chi violenta minori di 13 anni
Evandro Fare | 11 Giugno, 2019, 17:21

"La legge è un passo verso la protezione dei bambini in Alabama", ha commentato Ivey.

D'ora in avanti ogni persona che sia stata condannata per molestie nei confronti di bambini d'età inferiore ai 13 anni in Alabama dovrà cominciare ad assumere sostanze inibitorie a partire da un mese prima del rilascio fin quando una Corte non lo riterrà più necessario.

La castrazione chimica comporta la somministrazione di farmaci - tramite compresse o iniezione - per rimuovere l'interesse sessuale e rendere impossibile ad una persona compiere atti sessuali. Il provvedimento è stato proposto, in forma di decreto legge, da Steve Hurst, esponente del partito repubblicano e membro della Camera dei rappresentanti dell'Alabama, riporta TPI. Secondo la legge, se un determinato autore del reato sceglie di non ricevere più il trattamento, sarà in violazione della libertà condizionale e sarà costretto a tornare in carcere.

L'uso della castrazione chimica è controverso a livello internazionale e i critici sostengono che violi i diritti umani. Pochi mesi fa, il leader del Carroccio, durante una diretta Facebook da una piazza di Capannori, in provincia di Lucca, aveva annunciato che "la castrazione chimica è una cura democratica e pacifica".

Matteo Salvini, ministro dell'Interno, dopo la notizia dell'approvazione della castrazione per i pedofili in Alabama, ha voluto dire la sua e ha ribadito quanto detto in altre sedi: "Sono convinto che sia una buona pratica da adottare anche in Italia!". "Questo accade in un paese normale e civile".

Altre Notizie