Mercoledì, 21 Agosto, 2019

E' morta Valeria Valeri

Valeria valeri Morta Valeria Valeri, l’attrice si è spenta 97 anni
Calogero Calderone | 11 Giugno, 2019, 15:28

A 97 anni è morta, dopo una vita spesa in palcoscenico, #ValeriaValeri. Valeria Valeri, pseudonimo di Valeria Tulli, era nata a Roma l'8 dicembre 1921 e sin dalla metà degli anni Quaranta ha calcato ininterrottamente il palcoscenico, diventando una delle presenze storiche del teatro italiano del dopoguerra. Aveva 97 anni e a dare la notizia della morte è stata data la figlia Chiara Salerno, avuta dall'attore Enrico Maria Salerno. Tanti i sodalizi celebri con Alberto Lupo nel '63-'64 e soprattutto tra la fine degli anni 60 e i primi anni 70 con Alberto Lionello con cui recita in tante commedie brillanti. Esordì a teatro nella stagione 1948-1949, debuttando a Forlì (che successivamente le diede la cittadinanza onoraria). All'inizio degli anni Sessanta l'incontro che le ha cambiato la vita: quello con Enrico Maria Salerno. Ha terminato l'attività di doppiatrice nel 2008. Nel corso della sua interminabile carriera la Valeri ha lavorato come doppiatrice per il cinema e come attrice per i film televisivi, il più importante dei quali è quasi sicuramente 'Disperatamente Giulia' trasposizione del best seller di Sveva Modigliani. I funerali si svolgeranno domani, 12 giugno, alle ore 11,30 alla Chiesa degli Artisti di Roma in Piazza del Popolo. Ha lavorato anche a Compagni di scuola, La tassista, Un medico in famiglia, il suo ultimo impegno lavorativo. Nel 1968 recitarono insieme anche nella serie televisiva "La famiglia Benvenuti". In questi anni si segnala come una delle più importanti attrici italiane del genere brillante, ma eccelle anche nelle parti drammatiche (numerose le tragedie che ha recitato, per citarne alcune: Il Mercante di Venezia e I Fratelli Karamazov).

La sua ultima apparizione pubblica risale al 2016: era la prima puntata della terza edizione di Sogno e Son Desto, il varietà di Massimo Ranieri in onda il sabato sera su Raiuno, e Valeria Valeri era in prima fila, gli occhiali dalla montatura tartarugata e le perle al collo, il sorriso che ha sempre accompagnato la sua carriera e che, anche quella volta, ha salutato il pubblico con gioia, spensieratezza appagata e appagante.

Altre Notizie