Среда, 24 Июля, 2019

Bari, spiaggia nega l’ingresso a un gruppo di sieropositivi

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE
Moreno Priola | 11 Июля, 2019, 11:44

È l'incredibile, discriminatoria, offensiva, decisione di uno stabilimento balneare della provincia di Bari, che ha respinto 13 dei 20 ospiti della casa-alloggio 'Raggio di sole' della fondazione Opera Santi Medici Cosma e Damiano di Bitonto.

A parlare dell'episodio sono sono stati la responsabile della casa-alloggio, la psicologa Fiorella Falcone, e il direttore della Fondazione, Giovanni Vacca. "C'è ancora di che sperare", è il commento della onlus.

In genere per l'estate gli altri ospiti di Raggio di sole si sono spostati in altre parti d'Italia, questa volta però non avrebbero dovuto allontanarsi troppo ed avevano scelto di rimanere in zona perchè a quanto pare le condizioni di salute di alcuni di loro non permetteva di spostarsi più di tanto.

Trovata la struttura adatta, i responsabili hanno telefonato allo stabilimento balneare che ha prima accettato il gruppo e poi ha vietato l'accesso in spiaggia. A tal proposito Falcone ha precisato che i pazienti "hanno carica virale azzerata, non possono trasmettere l'Hiv". Non ci si contagia con il sudore, le lacrime, l'urina o la saliva nè con il contatto fisico, baci, saliva, morsi, graffi, tosse, bicchieri o altri oggetti, punture di insetti. Il sospetto, quindi, è che gli ospiti della struttura siano stati respinti solo per pregiudizio: "Il loro legale ci ha detto apertamente che non volevano più accoglierci perché i nostri ospiti hanno l'Aids - continua Falcone - da allora non ci hanno risposto più, nemmeno per telefono".

"Ci siamo rivolti a una struttura dove almeno una volta all'anno siamo sempre andati dopo che avevano accordato il nostro ingresso, non so per quale ragione hanno deciso di non volerci più", ha detto Falcone, come riportato da Repubblica Bari.

Sulla pagina Facebook della Fondazione è stato affermato che nonostante l'ignoranza di molti, alla fine i pazienti hanno trovato accoglienza presso un altro stabilimento che ha aperto le proprie porte ai residenti di Raggio di sole.

Altre Notizie